Home Storiche Il Michelin Trofeo Italia 2024 unisce l’Italia dal Piemonte alla Puglia

Il Michelin Trofeo Italia 2024 unisce l’Italia dal Piemonte alla Puglia

110
0
La Skoda Fabia di Federico Gangi (FotoMagnano)

Fine settimana dai grandi numeri con trenta rallysti al via fra Grappolo e Salento

Tris di partenti al Rally del Gargano – Saranno tre i piloti del Michelin Trofeo Italia che ritroveremo schierati alla 56 esima edizione del Rally del Salento, valido per il Trofeo Italiano Rally. In Primo Raggruppamento si rinnova la sfida già vista al Rally dl Lazio fra la Hyundai i20 Rally2 #9 di Stefano Liburdi-Valerio Silvaggi che a Ceccano (FR) ebbe la meglio sulla Škoda Fabia R5/Rally2 #10 di Claudio De Cecco-Giovanni Campeis. Gara solitaria in Quarto Raggruppamento per Pasquale e Matteo Stilla su Clio RS N3 che confidano di aver miglior fortuna rispetto al Rally del Gargano, quando furono costretti al ritiro. La gara leccese ha preso l’avvio oggi con le verifiche tecniche e sportive, lo Shake Down e la partenza da Piazza Mazzini a Lecce. In serata anche le prime due prove speciali, cui faranno seguito le altre sei (Torre Paduli, Specchia e Ciolo) da affrontare due volte domani.

Rally il Grappolo dai grandi numeri. Saranno ben 27 i concorrenti del Michelin Trofeo Italia presenti all’8° Rally il Grappolo di sabato 25 e domenica 26 maggio, un vero record stagionale numerico.

Primo Raggruppamento. Si gioca a tre, anzi a dieci. Seconda gara di Zona-2, in realtà quarta gara in Piemonte e ancora un volta il Primo Raggruppamento vede la sfida fra i tre moschettieri del Michelin Trofeo Italia che si sono già confrontati in questa Zona al Vigneti Monferrini (Zona-2), Rally del Piemonte e Rally Valle d’Aosta (Zona-1). L’organizzatore ha scelto di far partire i tre protagonisti dei Michelin Trofeo Italia uno dietro l’altro sicché potranno marcarsi stretti. Con il #4 troviamo Federico Santini, affiancato, come ad Aosta, da Marco Barsotti, vincitore al Vigneti Monferrini. Quindi con #5 Patrik Gagliasso e Dario Beltramo, secondi a Canelli e primi ad Aosta in Zona-1, quindi con #6 Massimo Marasso, che torna ad aver al suo fianco Luca Pieri, navigatore che si alterna sul sedile di destra con il figlio Tiziano, presente sul sedile di destra della Škoda Fabia al Vigneti Monferrini e ad Aosta. Dietro questi tre piloti, che hanno occupato le prime tre posizioni di Primo Raggruppamento di MTI in tutte le gare piemontesi, troviamo l’Under 25 savonese Federico Gangi, #8, che si ripromette di replicare il bel risultato del Valle Arroscia, dove chiuse secondo assoluto al suo esordio sulla Škoda Fabia.  Per la prima volta al suo fianco troveremo Luca Pierani. A seguire #15 per il locale Claudio Banchini Giazzi, navigato dall’astigiano Elio Tirone, fermo anzitempo al “Monferrini”. Con il #18 sulle portiere c’è il genovese Alberto Biggi, qui con Alice Caprile, che aveva completato il poker di Škoda Fabia nella gara di Canelli nella serie della Casa di Clermont Ferrand. Dopo sei Škoda Fabia ecco scattare la Citroën C3 R5 #21 di Maurizio Rossi, che torna in speciale dopo la gara di Canelli e il Rally Circuit di Pavia, navigato da Francesco Pezzoli, seguito dalla Škoda Fabia #26 di Carlo Camere-Dario Barbin. Con il Rally il Grappolo torna della partita Roberto Gobbin e la sua 124 Abarth Rally, affiancato da Roberto Marsero. Infine chiude la decina di concorrenti (un vero record) di questo raggruppamento la Mitsubishi Lancer Evo IX #34 di Fabrizio Bonaficino, con Martina Cirio a dettare il ritmo, vincitore di Classe N4 al Rally Vigneti Monferrini.

Secondo Raggruppamento. Il gioco dell’otto. Saranno otto i concorrenti di Secondo Raggruppamento del Michelin Trofeo Italia a prender parte al Rally il Grignolino, per un elenco partenti che vede le muscolose S1600 (una Punto e due Clio) vedersela con le altrettanto performanti Rally4 (tre Peugeot 208 e una Opel Corsa, vettura gemella della Peugeot, solo esteticamente leggermente diversa) e infine una Peugeot 306 di Classe A7. La prima a prendere la partenza sarà la Punto #38 di Eugenio Nolasco, con Andrea Ferrari alle note, autore di un ottimo esordio sulla Punto al Vigneti Monferrini. A seguire #39 troveremo l’esperto Paolo Vigo, che avrà al suo fianco Matto Canobbio, pilota che vanta quasi quaranta gare con la Clio S1600, che scatterà appena davanti alla vettura gemella #40 di Luigi Fogliati e Tiziano Pieri. Sfilate alcune vetture si entra fra le Rally4 e troveremo le tre Peugeot 208 Rally4 di Matteo Cotto-Andrea Boano #52, che ha tolto la ruggine a Canelli dopo alcune presenze estemporanee nelle passate annate, chiudendo comunque secondo di raggruppamento MTI. Con il #54 saranno della partita Stefano Santero-Leonardo Mazzilli, a caccia del primo risultato utile in stagione e infine con la terza Rally4 del Leone troveremo gli Under 25 Matteo Migliore-Andrea Tardito, che si ripresenteranno insieme a San Damiano come nella scorsa stagione. Tutti questi concorrenti, però, dovranno vedersela con la Opel Corsa Rally4 #55 di Marco Varetto e Vittorio Bianco, che dopo diverse annate passate fra le piccoline (Seicento in particolare e Clio Rally5 nelle ultime stagioni) dal Vigneti Monferrini hanno fatto il salto sulla vettura di Rüsselsheim. Imponendo subito la loro legge. Infine saranno della partita i valdostani Yves Chapellu e Tamara Fargnoli che disporranno dell’affascinante Peugeot 306 #105.

Terzo Raggruppamento, una sfida tricolore (francese). Saranno sei gli equipaggi al via in questo raggruppamento, tutti al volante di vetture francesi. Ad aprire le danze toccherà a Erwin Amerio, con la Peugeot 208 Rally4/R2 #78, che con Raffaele Pizzato è stato il più veloce di categoria MTI al Vigneti Monferrini. Immediatamente dopo il pilota di Eurospeed sfileranno quattro Renault Clio Rally5 nelle mani di Matteo Solis-Serena Terrile, #93, seconda forza MTI al Monferrini. Quindi la #96 dei liguri Davide Craviotto e Fabrizio Piccini, all’esordio in Zona-2 ma buoni protagonisti ad Aosta, l’Under 25 Federico Bornengo esordiente nel mondo dei rally, affiancato da Davide Gazzera, sulla Clio #100 che precederanno l’esperto Over 55 chiavarese Ennio Bini con Giordano Bruno sulla Clio #100. Chiude la serie dei concorrenti Michelin di questa categoria la Citroën Saxo di Classe A6 #127 del genovese Nicolò Minetti e Deborah Casazza, alla ricerca del riscatto dopo il ritiro al Vigneti Monferrini

Tripletta di concorrenti in Quarto Raggruppamento. Come al precedente Vigneti Monferrini, troveremo la stessa formazione di partenti nel Quarto Raggruppamento del Michelin Trofeo Italia. A guidare le fila saranno Matteo Barbero-Diego Filippa con la oro Clio RS N3 #109 che dovranno vedersela con i due Over 55 di categoria, ovvero il genovese Mario Tabacco e Valentina Pelazza, che disporranno di una Clio RS N3 #113 (secondi a Canelli) e della Twingo Rally5/R1 #117 di Gianni Bormida, qui con Laura Cragnaz, che abbiamo già visto in azione al Monferrini e al Rally del Piemonte.