Home Storiche Auto storiche: RINA certifica le ricerche di Automotive Masterpieces

Auto storiche: RINA certifica le ricerche di Automotive Masterpieces

152
0
La Fiat 8V Zagato del 1952

Accordo tra due aziende genovesi per un nuovo riferimento nel settore

Accordo siglato tra due aziende genovesi: RINA, multinazionale di certificazione attiva in più di settanta paesi, e Automotive Masterpieces, specializzata nella ricerca storica e documentale per auto di grande valore storico. Grazie a questo accordo, RINA certifica la metodologia delle ricerche storiche svolte da Automotive Masterpieces. Le competenze e l’autorità riconosciuta di RINA conferiscono un riconoscimento ufficiale, quale documento, al lavoro di ricerca di storicità e provenienza che Automotive Masterpieces svolge da anni e che ha implementato, nel tempo, con tecniche avanzate che comprendono le recenti innovazioni dell’AI applicate agli archivi fotografici e documentali, al fine di valorizzare il patrimonio storico automobilistico mondiale.

La prima auto, la cui ricerca storica di Automotive Masterpieces è stata certificata RINA, è una Fiat 8V Zagato del 1952. L’esemplare chassis 000002, il più anziano sopravvissuto e uno dei soli sei esemplari di preproduzione, è il prototipo delle trenta vetture realizzate da Zagato e la Fiat 8V che ha corso maggiormente. La ricerca ha apportato novità e consentito validazioni: sono state ritrovate un numero impressionante di foto inedite e sono stati scoperti video dell’epoca. Molte notizie, ricavate dall’analisi della stampa contemporanea, hanno portato a correzioni della storia tramandata. Sono state, infine, scoperte partecipazioni a eventi che non erano note; almeno 8, per un totale di 74 gare disputate.

Sandro Binelli, founder e general coordinator di Automotive Masterpieces Srl, ha affermato: “In Automotive Masterpieces research institute lavoriamo da sempre con rigore scientifico, secondo parametri consolidati e provati dalla nostra esperienza. Siamo stati sempre attenti al nostro retaggio e pronti ad adottare le innovazioni utili a ottenere risultati prima impensabili; siamo stati tra i primi, infatti, ad avvalerci dell’AI di cui tanto si parla. Crediamo nella collaborazione e condivisione: lo testimoniano i nostri rapporti con gli archivi storici. La collaborazione con RINA apre nuove possibilità per noi, per la sua esperienza nel settore delle certificazioni e non solo. Grazie a RINA, siamo i primi a offrire una autentica certificazione sulla storia delle auto, per valorizzare il patrimonio motoristico e certificarne il valore. Il servizio è solo il primo all’interno di un quadro più ampio di progetti per i collezionisti e investitori al fine di tutelare e valorizzare l’auto d’epoca come bene culturale e oggetto d’arte”.

Maurizio Turtura, Head of Automotive Product Management di RINA, ha dichiarato: “Il rapporto di collaborazione con Automotive Masterpieces, grazie al lavoro della squadra guidata da Sandro Binelli, apre una nuova frontiera nei nostri settori di competenza. Come RINA, miriamo a offrire al mercato automotive servizi che proteggano e valorizzino questo settore e una realtà come Automotive Masterpieces ha dimostrato di avere il know-how e la metodologia per effettuare ricerche storiche accurate e verificabili con i parametri da noi richiesti. Presto lanceremo i servizi RINA Car Valuation e RINA Car Passport, novità assolute per il mondo delle auto d’epoca e da collezione che prevedono il coinvolgimento di un organismo di certificazione indipendente per rilasciare certificazioni basate su regolamenti, norme o standard specifici”.