Home Gare in Liguria 8° Rally Val d’Aveto (GE), 23 giugno 2024 Ricco di novità l’8° Rally della Val d’Aveto

Ricco di novità l’8° Rally della Val d’Aveto

1164
0
Il podio dell'edizione 2015 della Ronde Val d'Aveto

La gara nazionale si svolgerà a Santo Stefano il 22 e 23 giugno

Il weekend del 22 e 23 giugno segnerà il grande ritorno del Rally della Val d’Aveto, giunto all’ottava edizione e che nel 2024 sarà una manifestazione indipendente dal Rally della Lanterna, che a novembre metterà in palio il titolo della Coppa Italia a Genova.

L’evento motoristico organizzato dalla Lanternarally insieme al Gruppo Sportivo Allegrezze e con il supporto dell’Automobile Club di Genova tornerà a svolgersi interamente in Val d’Aveto, con il percorso che si articolerà solo sulle strade del territorio circostante Santo Stefano. Il format scelto è quello del Rally Nazionale, aperto quindi alla partecipazione delle “top car” e con un chilometraggio di prove speciali leggermente ridotto rispetto alle gare titolate: il percorso per la sfida nell’entroterra genovese è già pronto ma sarà svelato prossimamente. Dal quartier generale Lanternarally trapelano solo alcuni dettagli generali: otto prove speciali ed un totale di circa sessanta chilometri cronometrati.

Le iscrizioni si apriranno il 23 maggio, con possibilità di invio fino al 12 giugno. Il resto del programma sarà concentrato nel weekend di gara, con la consegna dei road book e le ricognizioni del percorso in programma venerdì 21 giugno; sabato 22 la mattinata sarà dedicata alle verifiche ed allo shakedown, il test con le vetture in configurazione da gara, mentre nel pomeriggio il Rally partirà ufficialmente ed i concorrenti affronteranno la prima prova speciale, inedita, che sarà ripetuta due volte. La giornata di domenica 23 giugno prevede altre sei prove speciali suddivise in tre giri che saranno intervallati dal riordino di Allegrezze, dove agli equipaggi saranno offerti dallo staff del Gruppo Sportivo spuntini e pranzi come è consuetudine.

Il Rally della Val d’Aveto avrà quindi una veste tutta nuova, specialmente per quanto riguarda il percorso. Non mancheranno i grandi classici della zona e la gara sarà molto compatta, con un’alta percentuale di prove speciali in rapporto al chilometraggio totale.