Home Storiche Scuderia del Grifone al Montecarlo Historique nel ricordo di Gianni Chiesa

Scuderia del Grifone al Montecarlo Historique nel ricordo di Gianni Chiesa

137
0
Gianni e Tiziana Chiesa (Alfa Romeo Giulia 1600 TI 1965 - ph R. Deias)

Il sodalizio genovese da domani in lizza nella gara monegasca con 4 equipaggi

Tutto è pronto per il XXVI Rallye Monte-Carlo Historique che prenderà il via da Milano alle 18 di domani e terminerà all’alba di mercoledi 7 febbraio con la lunga notte del Turini. La prossima partenza della gara ci porta la mente allo scorso anno dove nella Salle des Etoiles del Monte-Carlo Sporting Club la Scuderia del Grifone ha festeggiato il presidente Gianni Chiesa, recentemente scomparso, che in coppia con la sorella Tiziana sono stati magnifici terzi assoluti con la loro Alfa Romeo Giulia 1600 TI 1965.

La kermesse monegasca, alla quale la Scuderia del Grifone parteciperà con rinnovate ambizioni, si snoda su un percorso di poco meno di 2500 km, di cui 450 di prove speciali. Si inizierà con gli oltre 500 km della lunga tappa di avvicinamento che, da Milanoporterà sino a Bourgoin –Jallieue da li, sino allo start di Monaco, previsto per le ore 7.00 del mattino di sabato 3 febbraio. Nei giorni successivi le auto transiteranno per i luoghi che hanno contribuito a fare la storia del rallismo. Tra questi: il Burzet, Saint- Agrève, La Remise, Saint Bonnet Le Froid, Col de Echarasson, Col de Perthy, il Col del’Ome e il Col de l’Able.

La Scuderia Grifone per il quarto anno consecutivo schiera un proprio team, sicuramente rimaneggiato rispetto al passato in quanto gli impegni si sono moltiplicati: l’equipaggio composto da Marco Leva e Alexia Giugni ha ottenuto un settimo posto assoluto alla recente Dakar Classic, ben cinque auto sono già iscritte al prossimo Neige et Glace al via il 17 febbraio, quattro auto saranno al Rally Costa Brava del prossimo marzo e ben 7 vetture sono già iscritte al prossimo Tour de Corse di ottobre. Un programma europeo ben più vasto del passato dove l’attenzione era focalizzata principalmente sul Montecarlo Historique.

Quest’anno erano sei gli equipaggi Grifone iscritti, tutti composti da piloti e navigatori esperti, gentleman driver e navigatori meno esperti, tutti comunque accomunati dalla grande passione per il motorismo e le auto d’epoca: a poche ore dal via, però, sia Marco Corbetta con la sua Audi Quattro del 1981 sia Angelo Campedelli con la sua Ford Escort MKII del 1978 hanno dovuto dare forfait. Al via, ci saranno invece, con il numero 2, a testimoniare i grandi risultati degli ultimi anni, la Lancia Beta Coupè di Maurizio Aiolfi e di Carlo Merenda lo scorso anno protagonisti assoluti della gara e quest’ultimo recente vincitore del titolo italiano nel CIRM.

Con loro saranno della partita anche il campionissimo Riccardo Garosci con Rudy Briani, che nell’ultimo mese ha corso sia alla Dakar Classic (secondo assoluto) sia al Montecarlo moderno, con la loro Fiat Ritmo 60 in Livrea Alitalia, Luca Monti, già vincitore di un Trofeo Suzuki al Montecarlo moderno di qualche anno fa navigato da Marco Angrisani con la loro Peugeot 304 e Andrea Farmakakis navigato da Mattia Nicastri alla guida di una bellissima Ford Escort MKII del 1975.