Home Storiche Anche una “nonnetta” del 1928 al Rocchetta Auto-Historic 2023

Anche una “nonnetta” del 1928 al Rocchetta Auto-Historic 2023

434
0

E’ l’ammirata Alfa Romeo 1500 SS di Cica Lurani, madrina della manifestazione

La ridente Val Borbera, nell’alessandrino, ha ospitato il “Rocchetta Auto-Historic 2023” – Memorial Giuliano Gogna, raduno turistico per auto storiche svoltosi oggi a Rocchetta Ligure, con la partecipazione di una cinquantina di interessanti vetture storiche e sportive e l’importante supporto di OMP, Pro Loco di Rocchetta Ligure e le sue frazioni, Sassobraglia Val Borbera e Panificio Bronzini di Serravalle Scrivia.

Notevole e di qualità il parco delle vetture partecipanti. In Piazza Regina Margherita sono state esposte tra le tante, oltre ad una Alfa Romeo 1500 SS del 1928, la “regina” della manifestazione, Fiat Multipla, Alfa Romeo Giulia Super, Giulietta berlina e coupé, Fiat 500 C Giardinetta, diverse Lancia Fulvia coupé, A112 Abarth, Bmw 520i, Fiat 1500 Spider, Vw Maggiolone, Lancia Beta coupé, Porsche, Fiat 124 coupè e spider, diverse immancabili Fiat 500 e una Lancia Delta Integrale.   

I radunisti, dopo aver effettuato le operazioni di registrazione, hanno intrapreso un tour di 53 km che li ha riportati a Rocchetta Ligure dopo aver toccato Cantalupo Ligure, Garbagna, Casasco, San Sebastiano Curone, Dernice, Vigoponzo e Cantalupo Ligure. Dopo il rientro nella ridente cittadina, il gruppo è stato ricevuto, per un aperitivo, nel locale Palazzo Spinola, sede del Comune e di un interessante e ben curato museo bellico.

Hanno concluso la giornata, molto apprezzata dai radunisti, il pranzo presso il Ristorante “da Bruno” e la rituale consegna di diversi riconocimenti, primo tra tutti quello a Cica Lurani – tra i piloti più popolari nei rally degli anni 1970 oltre che e in pista e nelle cronoscalate -, la “madrina” della manifestazione intervenuta al volante della sua ammiratissima Alfa Romeo 1500 SS del 1928. Gli altri riconoscimenti – alcuni dei quali consegnati dalla vedova del compianto Giuliano Gogna, presente per quattro edizioni al raduno – sono andati ai “diversamente giovani” Giampiero Repetto, Dino Caldarera e Giuseppe Naso, ai “giovanissimi” Stefano Pedemonte, Giampaolo Traverso e Massimo Frascarolo oltre che a questo portale, per aver seguito da sempre questa manifestazione.