Home Gare in Liguria 9° Ronde della Val Merula - Andora - 4-5 Febbraio Va in fumo la Ronde della Val Merula di Roberto Gobbin

Va in fumo la Ronde della Val Merula di Roberto Gobbin

176
0
Gobbin -Grimaldi (Fotomagnano)

Il pilota pinerolese costretto al ritiro a metà gara quando guidava la classifica della categoria R-GT e occupava la 24esima posizione assoluta

Sembrava andare tutto nel migliore dei modi, invece è finito tutto in fumo”. La prende con filosofia Roberto Gobbin, costretto al ritiro alla 9° Ronde della Val Merula, andata in scena nelle montagne dell’entroterra savonese domenica scorsa. Sceso in Liguria per scaldare i muscoli e mantenersi in forma in vista degli impegni della prossima stagione, Roberto Gobbin si era posto come obiettivo il duello ravvicinato con la 124 Abarth Rally, gemella del suo cavallo di battaglia, del canavesano Riccardo Ala. “Era una sorta di rivincita della gara dello scorso anno in Valle d’Aosta quando avevamo lottato fino alla fine del rally sul filo dei secondi”.

Questa volta, però, sembrava che il pilota della Meteco Corse, affiancato dal navigatore di Canelli Fabio Grimaldi, potesse prendere il largo con la sua 124 Abarth Rally, curata da Evo Motorsport di Monforte d’Alba, visto che fin dal primo passaggio sull’asfalto umido del primo mattino della speciale di Madonna della Guardia di 11,00 km, segnava un buon vantaggio a suo favore, grazie anche alla 26esima posizione assoluta, abbattendo il muro degli otto minuti nel percorrere la prova. La situazione si ripeteva anche nel secondo passaggio, quando Gobbin – Grimaldi miglioravano di 9” il tempo precedente, e scalavano altre due posizioni in classifica. A metà giornata Roberto Gobbin era 24 assoluto e conduceva la classifica della categoria RGT con 26”6 sull’avversario.

Che però ci fosse qualcosa che non andava Gobbin aveva cominciato a intuirlo. “La macchina risponde bene e va tutto per il meglio, fuma solo un pochino” commentava entrando nel parco assistenza di mezzogiorno. Purtroppo quella fumata è diventata più intensa nel corso del terzo passaggio evidenziando che la turbina stava letteralmente andando in fumo, costringendo Gobbin – Grimaldi a percorrere la prova a velocità ridotta (oltre 1’30” più lenti del passaggio precedente) entrando direttamente in parco assistenza, concludendo così la trasferta ligure con un ritiro. “Peccato, peccato veramente perché stavamo viaggiando con un buon passo, riuscendo a inserirci in una buona posizione di classifica, in una gara che vedeva al via oltre una ventina di vetture di vetture di Classe Rally2 e numerose altre di Classe Rally4. Peccato, sarà per la prossima volta”.

Nella stagione 2023, Roberto Gobbin è supportato dalla concessionaria Targa Auto di Pinerolo.