Home Storiche La Grande Corsa al via con 107 equipaggi

La Grande Corsa al via con 107 equipaggi

136
0
La A112 Abarth di Claudio Faraci (ph: V. Bianchi)

Tra le A112 dell’omonimo Trofeo al via anche quella del genovese Claudio Faraci

Con la pubblicazione dei tre elenchi ufficiali degli iscritti si sono svelati i nomi dei centosette equipaggi che animeranno l’edizione 2022 de La Grande Corsa. Un numero soddisfacente che premia il lavoro degli “Amici di Nino” impegnati a dare una nuova immagine e conformazione alla manifestazione dopo l’edizione dello scorso anno; la novità del cambio sede spostandosi a Riva presso Chieri, è stato il primo fondamentale passo per il nuovo corso della gara.

Rally Storico – Sono sessantuno gli equipaggi iscritti, dodici dei quali in lizza per il Trofeo A112 Abarth Yokohama che, come da tradizione, faranno gara a sé, con al via anche quello formato dal genovese Claudio Faraci in coppia con il toscano Roni Liessi. Col numero 1 partirà la Subaru Legacy 4Wd già vincitrice lo scorso anno e nuovamente con Davide Negri al volante il quale, affiancato stavolta da Loretta Casagrande, cercherà di siglare il bis; se la dovrà vedere soprattutto con Matteo Musti, che già nel 2021 corse una gara di alto livello e sarà affiancato da Claudio Biglieri sulla Porsche 911 RS. Diversi gli outsiders che lotteranno per salire sul podio, partendo da Marcello Miotto e Alessandro Verna su Lancia Delta Integrale seguiti da Pietro Tirone e l’imperiese Nicolò Barla con la Porsche 911 RS. Occhi puntati anche sulla Ford Sierra Cosworth di Andrea Gibello e Diego Pontarollo e sulla BMW M3 di Franco Volpino e Simona Albesano, oltre alla Porsche 924 Turbo di Simone Lanfranchini e Sabrina Panizza. Sulle insidiose e tecniche prove speciali a cavallo tra i territori torinese ed astigiano si assegneranno i punti decisivi per il T.R.Z. ma anche per il Memory Fornaca che strizza l’occhio a Luca Delle Coste con la Fiat Ritmo 75 assieme ad Alberto Galli e anche a Luca Prina Mello e Simone Bottega su BMW 2002 Tii; entrambi si sfideranno anche nella Michelin Historic Rally Cup che a Riva presso Chieri scriverà la decima pagina della lunga edizione 2022.

Una menzione è di diritto per l’ultra ottantenne, ma sempreverde, Italo Ferrara al via assieme a Massimo Barrera con la Lancia Delta Integrale, ma anche per la famiglia Parisi con papà Antonio opposto al figlio Umberto: entrambi correranno con una Porsche 911 S del 1° Raggruppamento; il primo navigato da Giuseppe D’Angelo, il secondo da Ilario Pellegrino.

Regolarità Sport – Venti gli equipaggi in gara nella gara di regolarità sport che si giocherà sui sette rilevamenti al centesimo di secondo. Tra i papabili per la vittoria, il duo della Fiat 850 Sport composto da Roberto Viganò e Pierangelo Giacobino, già vincitori nel 2017, che dovranno sicuramente duellare con la Lancia Fulvia HF di Luca Fiore ed Elio Garelli ma anche con la Fiat 131 di Arturo Barbotto e Roberta Giachino che sono in lizza anche per la North West Regolarity Cup, la cui prima edizione si conclude proprio alla Grande Corsa e che attualmente vede al comando Ernesto Gemme seguito da Massimo Becchia.

Regolarità a Media – Con la Grande Corsa, va anche in scena l’ultimo round del Campionato Italiano Regolarità a Media. Ventisei sono gli equipaggi iscritti, tra i quali spiccano i nomi dei maggiori protagonisti della disciplina tra i quali diversi i “papabili” per la vittoria finale. Paolo Concari e Cristiano Androvandi, attuali leader del Tricolore, saranno al via con la Lancia Delta 4Wd con la quale saranno opposti all’Audi 80 Quattro dei vincitori 2021 Maurizio Vellano e Giovanni Molina. Christian ed Elena Bonnet, secondi nel Campionato, si presentano con un’Alfa Romeo Giulietta del 1961 mentre i terzi in classifica, Fabio e Paolo Verdona saranno con una Peugeot 205. A giocarsi la vittoria sicuramente ci proveranno anche i genovesi Marco Gandino e Danilo Scarcella su Saab 96 oltre ad altri due equipaggi della Scuderia del Grifone, Paolo Marcattilj e Francesco Giammarino su Porsche 911 e Ermanno Keller su Audi Quattro assieme a Marianna Ambrogi.