Home Slalom Lo slalom “Busalla – Crocefieschi” è pronto al via

Lo slalom “Busalla – Crocefieschi” è pronto al via

319
0
Daniele Patete al recente Slalom dei Giovi (Ph V. Bianchi)

Sabato le verifiche, domenica la sfida su un percorso tecnico di 3,2 km

Manca davvero poco allo svolgimento del ritrovato slalom in salita “Busalla – Crocefieschi”, in programma sabato e domenica prossima con la fattiva organizzazione della Scuderia Valpolcevera ed il supporto dei Comuni di Busalla e Crocefieschi, della Pro Loco di Crocefieschi e del CIV di Busalla.

Il programma della manifestazione prevede, sabato pomeriggio a Busalla, le operazioni di verifica e, in serata, una cena per i partecipanti offerta dalla Pro Loco di Crocefieschi presso il Parco Braia. Domenica, invece, alle ore 10, prenderà il via la manche di ricognizione a cui faranno seguito le tre salite di gara. Il tratto di strada interessato sarà chiuso al traffico dalle ore 8.

Il paddock sarà localizzato in località Camarza, dove sarà realizzato – a cura dell’Associazione Massimo Camezzano – anche un punto ristoro per i concorrenti. Il percorso di gara, di 3,2 km, molto tecnico e tortuoso, prevede otto postazioni di “birilli”. La premiazione finale sarà effettuata in località Inagea presso i locali del Rugby Club Busalla.

Oltre sessanta i piloti iscritti. A giocarsi il successo finale saranno due portacolori della Scuderia Valpolcevera, il locale Giacomo Gozzi (Radical SR4) e Davide Piotti (Osella PA 8/9), ed il genovese Roberto Risso (Osella Suzuki), alfiere della New Racing for Genova. Tra gli outsider, Daniele Patete (Fiat X 1/9 2000), il locale Stefano Repetto (Fiat Cinquecento Suzuki), secondo assoluto alla recente Susa – Moncenisio, Alessandro Polini (Polini 01 BMW), fresco vincitore dello Slalom dei Giovi, e Damiano Furnari, che sarà in gara con la sua Sport Prototipo BRC Evo 02 motorizzata Suzuki.

Le prime due edizioni dello slalom “Busalla – Crocefieschi” furono organizzate nel 1985 e 1986 dalla Gecar dei “coniugi slalom” Piero Saccone e Mirella Crubellati, che dopo le prime due annate ne variarono il tracciato, poi diventato Vobbia – Crocefieschi. Nel 1986 la gara fu vinta dal piemontese Luigi Barbero su Fiat X1/9. Tre, infine, sono i piloti ancora in attività che presero parte a quell’edizione e che domenica potrebbero rinnovare la sfida tra i “birilli”: Gianpasquale Demicheli, Pasquale Patete e Marcello Strata.