Home Storiche Michelin Historic Rally Cup 2021: in 25 alla sfida del “Campagnolo”

Michelin Historic Rally Cup 2021: in 25 alla sfida del “Campagnolo”

69
0
Graglia - Barbero (Fiat Abarth 124 Rally ph Gabriele Valinotti)

In una gara dai grandi numeri non poteva non dare il suo apporto la Michelin Historic Rally Cup che si presenta al via della 16esima edizione del Rally Storico Campagnolo del prossimo fine settimana con 26 piloti iscritti alla Coppa indetta dalla Casa di Clermont Ferrand e gestita sui campi di gara da Area Gomme di Mario Cravero.

Il Raggruppamento più numeroso è ovviamente il Terzo con 15 concorrenti al via. Il primo a lasciare la pedana di Isola Vicentina sarà il velocissimo locale Tiziano Nerobutto (#12), affiancato dalla figlia Francesca che punta a fare scintille sia nella Coppa sia nella classifica assoluta con la sua Opel Ascona 400, alla sua prima gara stagionale. Immediatamente dopo sarà la volta di Giacomo Questi (#37), con Giovanni Morina, attualmente secondo nella classifica assoluta della Michelin Historic Rally Cup, che deve riscattare con la sua Opel Ascona 400 la parziale delusione del Sanremo, dove è stato velocissimo e sfortunato. A seguire sarà la volta di Adriano Beschin con Federico Migliorini sulla Porsche 911 SC (#43), che ritorna in gara dopo ben sette anni di assenza, con la voglia di cancellare il Campagnolo 2014 quando dovette ritirarsi in corso d’opera. Con il numero 48 sarà della partita Massimo Giudicelli, solidamente in coppia con Paola Ferrari sulla Volkswagen Golf GTI, che ha raccolto preziosi punti al San Remo ma conta di avere uno scatto verso l’alto per migliorare la sua classifica. Ancora Porsche 911 SC (#56) per Claudio Azzari, affiancato da Massimo Soffritti, che si presenta per la prima volta al via della gara vicentina. Quindi l’Alfetta GTV (#59) di Michele Solfa e Nicolò Salgaro, che tornano a Isola Vicentina dopo il successo di categoria di due anni fa.

Osservato speciale con il numero 74 Luca Delle Coste, con Franca Regis Milano sul sedile di destra della sua Fiat Ritmo 75, con la quale è stato il più veloce fra i trofeisti Michelin al San Remo Storico di aprile, ed è alla decima partecipazione al Campagnolo dove vanta un solo ritiro e tre vittorie di categoria nelle ultime tre edizioni. Alfa Romeo Alfetta GTV (#77) per Gianluigi Baghin, in questa gara in vettura con Elisa Presa, che deve riscattare i due ritiri patiti in questa stagione nelle due recenti gare disputate. Trasferta dal Canavese per Claudio Ferron, con Ivano Passeri, chiamato a dare spettacolo con la sua Opel Kadett GT/E (#79). Porsche 911 SC (#82) per i coniugi biellesi Luca Valle e Cristiana Bertoglio che dopo non essere partiti a Sanremo vogliono disputare una buona gara nelle terre vicentine.

La famiglia Nerobutto si allarga nella gara di casa e al Campagnolo vedremo in azione anche Matteo Nerobutto, affiancato da Daniele Conti, nipote di Tiziano, alla sua quinta gara, prima con la Golf GTI (#89) con la quale lo zio nel passato ha fatto scintille. Prima gara stagionale nella Michelin Historic Rally Cup per Luciano e Lorena Chivelli che con la loro Fiat 127 Sport (#105) accenderanno un duello sul filo dei secondi con il dominatore della Classe M1 al Sanremo, il savonese Valtero Gandolfo, affiancato come già accaduto nelle due precedenti gare da Marco Torterolo, che con la sua Fiat 127 (#129) è stato il vincitore di categoria nella gara ligure. Tradizionale presenza per i tedeschi del Team Bassano Peter ed Elke Goeckel con la loro Opel Kadett D (# 123). Infine Fiat 128 SL (#127) per Marco Vinicio Guerretti ed Andrea Guerretti alla loro “prima” al Campagnolo.

Doppia presenza in Primo Raggruppamento aperto da due vecchie conoscenze della Michelin Historic Rally Cup quali Massimo Giuliani – Claudia Sora, Lancia Fulvia HF (#109) al ritorno in gara dopo un anno e mezzo di assenza dalle competizioni. Dovranno vedersela in Raggruppamento con la Ford Escort Twin Cam (#125) di Valter Canzian e Simone Franchi, per la prima volta al Campagnolo. Sette presenze Michelin Historic Rally Cup in Secondo Raggruppamento con la Porsche 911 RSR (#22) di Giampaolo Basso – Sergio Marchi a scattare per prima sulle prove speciali, equipaggio che torna in gara dopo il soddisfacente Bassano 2020.

Con il numero 72 affrontano le speciali venete Bruno Graglia – Roberto Barbero con la Fiat Abarth 124 Rally galvanizzati dal risultato del Sanremo che li ha portati in testa al Secondo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup. Immediatamente dopo, con il numero 73, prende il via il biellese Luca Prina Mello con Simone Bottega su BMW 2002 Ti, al ritorno fra le storiche dopo una fugace esperienza fra le moderne. Fulvia Coupé Rally (#111) per Ermanno Caporale con Ornella Blanco Malerba con la quale ha vinto recentemente la propria categoria al Città di Torino.

A seguire due Alpine A 110, la prima delle quali portata in gara dal britannico Trevor Smithson (#120) affiancato da Alessio Chiantelli già protagonista della Coppa lo scorso anno, mentre fa il suo ingresso con la seconda berlinetta francese (#122) Marco Cipriani con Alfredo Salerno, vincitori di categoria al Bardolino. Chiudono la striscia dei partecipanti alla Michelin Historic Rally Cup nel Secondo Raggruppamento Luigi Annoni – Giampaolo Mantovani che dopo due anni tornano in gara insieme prendendo il via con una Fiat 128 Coupé (#126). Infine duello fra le piccole e velocissime Peugeot 205 Rallye di Quarto Raggruppamento per il successo in Classe M5 della Michelin Historic Rally Cup tra Giorgio Sisani – Cristian Pollini (#104) e Marco Galullo – Daniele Zecchini (#116).

La partenza del 16° Rally Campagnolo Storico, valido anche per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, avverrà da Piazza Marconi a Isola Vicentina alle ore 8.01 di domani, dove i concorrenti faranno ritorno alle ore 19.10 per le premiazioni sul palco arrivi. La gara misura 264,490 km di cui 92,260 di prove speciali suddivise in un doppio passaggio sulle classiche Gambugliano, Recoaro 1000 e Santa Caterina.