Home Info Auto Il numero 37 è tornato: ecco la Mini Paddy Hopkirk Edition

Il numero 37 è tornato: ecco la Mini Paddy Hopkirk Edition

52
0

Sono passati 56 anni, ma i ricordi del grande trionfo ottenuto dalla piccola vettura con il numero 37 non sono sbiaditi. Nel 1964, la classica Mini Cooper S ottenne la prima di tre vittorie complessive al leggendario Rally di Monte Carlo. Al volante: l’allora trentenne pilota di rally nordirlandese Patrick “Paddy” Hopkirk. In suo onore, MINI presenta ora un modello con design esclusivo e caratteristiche di equipaggiamento per celebrare uno dei risultati più spettacolari nella storia delle corse automobilistiche internazionali. Un inconfondibile ricordo del colpo di stato di Hopkirk a bordo della Mini classica è il numero 37 dell’auto vincente, che è raffigurato in forma stilizzata sulle portiere del pilota e del passeggero del modello in edizione.

La MINI Paddy Hopkirk Edition è disponibile da ottobre 2020 per modelli selezionati come MINI Cooper S 3 porte (consumo di carburante combinato: 6,4 – 6,1 l / 100 km; emissioni di CO2 combinate: 147-139 g / km), MINI Cooper S 5 porte (consumo di carburante combinato: 6,5 – 6,2 l / 100 km; emissioni di CO2 combinate: 141 g / km) e la MINI John Cooper Works (consumo di carburante combinato : 7,1 – 6,9 l / 100 km; emissioni di CO2 combinate: CO2: 162-157 g / km). Come il famoso numero di partenza e il potente motore, la carrozzeria in Chili Red e il tetto bianco del modello in edizione si ispirano al modello storico.

La corsa vittoriosa di Hopkirk con la Mini Cooper S è stata celebrata dagli spettatori in loco e dagli appassionati di corse automobilistiche nel Regno Unito. Alla guida della piccola vettura britannica con il suo copilota inglese Henry Liddon, Hopkirk ha avuto la meglio su avversari che potevano godere di un motore dalla maggiore potenza. La formula dell’handicap in vigore all’epoca voleva che le differenze di peso e rendimento fossero compensate in una certa misura.