Home Velocità Pista A Pragelato la neve è acqua: “salta” la finale di ICE Challenge

A Pragelato la neve è acqua: “salta” la finale di ICE Challenge

187
0
JC Vallino a Pragelato (ph Alberto Caldani)

La classifica attuale confermerebbe Carmellino campione per l’undicesima volta, Firenze tra i kart-cross e Jean-Claude Vallino tra le due ruote motrici

Si chiude purtroppo a tavolino la stagione 2023 di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio, dopo che l’innalzamento delle temperature costringe ancora una volta BMG Motor Events ad annunciare l’annullamento della finale prevista a Pragelato sabato e domenica prossimi.

Una grande sofferenza – hanno commentato gli organizzatori che insieme alla Commissione Offroad e Cross-Country Rally di ACI Sport hanno lavorato per realizzare questa stagione – perché tutti ci abbiamo provato fino all’ultimo. Una stagione davvero difficile, siamo rimasti vittima di un meteo tutt’altro che invernale, abbiamo fatto il possibile, ma dobbiamo arrenderci all’evidenza. Fino a due giorni fa le possibilità erano molto buone, ma oggi Priotti ci ha comunicato che la situazione non è recuperabile in tempo per il weekend. Ha portato la neve dove serviva ma le temperature non scendono per solidificare lo strato di ghiaccio non tanto nei tornanti quanto sul veloce dove l’acqua ha scavato maggiormente. Per la prima volta lo abbiamo sentito parlare di sicurezza e dato che riponiamo in lui la massima fiducia non possiamo che fidarci. È un combattente come noi, se si potesse correre farebbe carte false per metterci in condizione di farlo”.

Con tre round disputati, tutti a Pragelato, la stagione si appresta quindi ad ufficializzare nel suo Albo d’Oro i verdetti di una sfida appassionante ed avvincente anche se, purtroppo, orfana di sfide altrettanto spettacolari che avrebbero potuto tenere incollati gli appassionati sia in Val Visdende che, nuovamente, a Pragelato.

Questo finale inaspettato congela quindi la classifica dopo tre round che, da regolamento, è sufficiente per decretare conclusa la stagione. Non c’è ancora l’ufficialità, ma stando così le cose Ivan Carmellino matematicamente potrebbe fregiarsi dell’undicesimo scudetto dopo aver vinto tutti i tre round disputati quest’anno. Identica sorte tra i kart-cross, dato che anche in questa categoria Simone Firenze ha conquistato tre gare su tre, mentre tra le due ruote motrici il successo sarebbe di Jean-Claude Vallino, con Claudio Esposto mattatore degli SSV/Buggy e Sergio Durante tra le vetture ibride. “Un grazie ai team, ai piloti, ai gestori delle piste – hanno concluso in BMG Motor Events – al nostro staff, ai collaboratori, agli sponsor e ai partners, alle strutture ricettive che ci hanno o ci avrebbero dovuto ospitare. È dura finire così, ma andiamo avanti e pensiamo già da oggi al 2024”.