Home Storiche Una Fiat 850 dotata di doppi comandi al via del Rally dei...

Una Fiat 850 dotata di doppi comandi al via del Rally dei Fiori 1967

150
0

Il savonese Rodolfo Mura in gara con la vettura della scuola guida

Inizia la sua collaborazione con questo portale Bruno “Brunin” Ferraris, savonese doc, classe ’43, con un robusto passato da pilota di rally (ha al suo attivo 97 gare) a cui ha fatto seguito l’attività federale di Commissario di Percorso e di Ispettore di Gara. Ci racconterà, volta per volta, brevi episodi curiosi e simpatici della sua lunga carriera agonistica, facendoci respirare un po’ di quella meravigliosa atmosfera che ha caratterizzato i rally degli anni ’70 e successivi. Gli diamo il benvenuto, certi che ci regalerà sorrisi ed anche un pizzico di nostalgia. (bur.)    

Con l’approssimarsi delle festività natalizie, ricordandomi della  scomparsa di Rodolfo Mura, noto pilota savonese sia di moto (MV Agusta) che di auto, mi piace raccontare che nel lontano Rally dei Fiori di Sanremo del 1967, valido per il Campionato europeo, prese il via con la Fiat 850 della scuola guida di proprietà. vettura che naturalmente era dotata di doppi comandi. Quando a circa metà percorso (oltre 300 km) dovette ritirarsi per la rottura dell’avantreno era nei primi 10 della classifica provvisoria. Quando ci incontrammo – io partecipavo con una Autobianchi Primula 45 e con Piero Sodano alle note (eravamo l’equipaggio più giovane, giungemmo diciannovesimi assoluti…) – mi raccontò che aveva incontrato molte difficoltà con il navigatore per le sue continue escursioni sui doppi pedali, che si potevano azionare anche dal lato passeggero… Era importante partecipare.       

Bruno “Brunin” Ferraris