Home Rally Challenge Raceday Rally Terra: a Costenaro la tappa in Val d’Orcia

Challenge Raceday Rally Terra: a Costenaro la tappa in Val d’Orcia

100
0
Costenaro (ph RaceEmotion)

Le belle colline senesi hanno ospitato il terzo appuntamento della serie ed il 3° Rally Storico della Val d’Orcia

Una giornata inizialmente fredda e umida ha accolto i partecipanti alle due gare organizzate da Radicofani Motorsport e Raceday. Con il passare delle ore un caldo sole ha illuminato il passaggio degli equipaggi in gara, consegnando il primo gradino del podio a Costenaro – Bardini (Hyundai I20R5), secondi Campedelli – Rappa (VW Polo R5) e terzi Battistolli – Scattolin (Skoda Fabia Evo R5).

Una gara molto combattuta questo Rally della Val d’Orcia, terzo appuntamento stagionale del Challenge Raceday Rally Terra, con cambiamenti continui nelle posizioni di testa. Si è iniziato con una prima prova con nebbia e molta ghiaia sul tracciato che è stata vinta da Campedelli con distacchi veramente minimi su Giacomo Costenaro, navigato da Bardini e i francesi Quilchini – Gordon (Skoda Fabia R5) che fanno parte del Challenge Raceday. Nella seconda prova il tempo è migliorato e anche il tracciato, in questo caso hanno vinto i francesi Youness – Francois (Skoda Fabia R5), ritirati poi nella penultima prova. I rimanenti quattro passaggi sono stati vinti da Alberto Battistolli navigato da Scattolin, che se non si fosse girato nel primo passaggio avrebbe anche potuto aspirare alla vittoria assoluta.

Nel gruppo di testa si era all’inizio inserito il giovane boliviano Bruno Bulacia Wilkinson (Skoda Fabia R5), che si era portato al terzo posto, ma nell’ultimo passaggio si è girato e ha battuto il posteriore sinistro perdendo 19 secondi e concludendo la gara quarto. Quinto ha concluso il veneto Nicolò Marchioro (Skoda Fabia Evo R5) navigato da Marchetti che si è classificato primo tra i piloti Raceday, mettendo una grossa ipoteca sulla vittoria assoluta del Challenge ad una gara dalla fine. Marchioro ha tentato di inserirsi nel gruppo di testa, ma il set-up della sua vettura non era al meglio e neanche i cambiamenti apportati hanno migliorato le cose, per cui ha deciso di fare una gara più tranquilla, concentrandosi sulla classifica Raceday.

Sesti assoluti e secondi tra i piloti Raceday, Quilchini, seguiti da Gianmarco Donetto, che dopo un inizio un po’ difficoltoso ha raggiunto un feeling con la vettura. Settimo Simone Romagna (Ford Fiesta R5). Nel Peugeot Competition Raceday ha vinto Jacopo Trevisani navigato da Marchesini (Peugeot 208 R2C).

Il 12° Rally della Val d’Orcia ha consegnato punti importanti a tutti i principali protagonsti del Challenge Raceday Rally Terra che si concluderà ad inizio agosto con il Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina, che chiuderà la tredicesima stagione quella 2020-2021. Come sempre importante l’appoggio di Pirelli, OMP, Azimut e il sempre importante sostegno del Peugeot Competition Raceday.

3° Rally Storico della Val d’Orcia – Il primo appuntamento del Campionato Italiano Rally Storici Terra ha visto il dominio, fin dalla prova d’apertura, dell’inossidabile “Lucky”, navigato da Fabrizia Pons, in gara con la regina delle vettura da rally ossia una spettacolare Lancia Delta Integrale. Il duo ha preceduto il sammarinese Bianchini che, con la Paganoni, utilizzava un’analoga vettura e quindi si sono aggiudicati punti pesanti per il Campionato Italiano quattro ruote motrici. Nel due ruote motrici invece grande gara per i campioni in carica di categoria, i sammarinesi Pelliccioni – Gabrielli che con la Ford Escort Rs hanno preceduto l’ analoga vettura di Tonelli – Debbi.