Home Storiche Coppa Attilio Bettega 2021: zampata della Grifone

Coppa Attilio Bettega 2021: zampata della Grifone

251
0
Verini - Keller (RenèPhoto)

Ha detto bene alla Scuderia del Grifone l’edizione 2021 della “Coppa Attilio Bettega”, prestigioso appuntamento invernale di Regolarità per Auto Storiche disputato, secondo le modalità della regolarità a media, nello scorso fine settimana a Bassano del Grappa. Tra asfalto, neve e ghiaccio si sono sfidati sui passi alpini Duran, Giau, Rolle e tanti altri, più di 130 equipaggi per 370 km e ben 12 ore di guida nel ricordo del compianto Attilio Bettega, già pilota Grifone alla fine degli anni Settanta alla guida della A112 Abarth e della Lancia Stratos.

Una gara emozionante, tirata nei tempi e molto difficile per medie impegnative e condizioni stradali difficili per neve e ghiaccio – chiamare la prova veneta il “Montecarlo Italiano” non è per nulla sbagliato… – che ha visto la Scuderia del Grifone, in lizza con 25 equipaggi, conquistare la Coppa di Scuderia, un premio con un fascino particolare proprio perché si commemorava un grande campione ed il suo legame con il sodalizio genovese.

Una gara combattutissima sin dall’inizio e in cui i piloti del team genovese hanno sempre fatto la parte del leone, guidati dall’inossidabile coppia formata da Maurizio Verini e Ermanno Keller che, terzi al traguardo con la loro Audi Quattro, sono stati però gli unici a poter lottare per il podio e a contendere la vittoria finale ai fratelli Nessi e il secondo gradino alla Stratos di Perfetti – Colombo. Keller e Verini hanno fatto sognare tutto il team vincendo le prime due prove e mettendo in riga tutti i pretendenti.

In aiuto a Keller -Verini per la Coppa di Scuderia, sono arrivate la Lancia Fulvia di Marco Leva ed Paolo Casaleggio, decimi al traguardo, e la Porsche 356 di Alexia Giugni e Cristina Biagi, che oltre ad avere ottenuto la nona piazza assoluta hanno vinto la Coppa per il miglior equipaggio femminile ed il Trofeo Porsche 356. Il grande successo di squadra è frutto dell’aver portato al traguardo ben 20 delle 25 auto iscritte ed al debutto nella regolarità a media ben 6 equipaggi.

In ultimo, menzione d’onore per l’equipaggio dei ventenni Riccardo Leva – Niccolò Pacchiarotti che hanno ottenuto la quattordicesima piazza assoluta e vinto il Trofeo Under 30 con una Fiat 127, totalmente di serie, combattendo nella media alta con auto di altra caratura e prestazioni.