Home Storiche La Coppa Attilio Bettega scalda già i motori

La Coppa Attilio Bettega scalda già i motori

329
0

Cresce l’attesa per la Coppa Attilio Bettega, in programma a Bassano del Grappa il 20 e 21 febbraio prossimi con l’organizzazione del Rally Club 70. Una gara lunga una notte, in memoria di Attilio Bettega, indimenticato campione Rally degli anni ‘80, che quest’anno cambia formula e diventa Regolarità a Media su di un percorso che attraverserà il Massiccio del Grappa, le Prealpi Feltrine e le Dolomiti, in uno scenario che in pieno inverno assume contorni fiabeschi. La regolarità a media è una disciplina ancora non così diffusa in Italia e giudicata da molti complessa, ma forse perché ancora non si conoscono le regole del gioco. In verità per comprenderla bisogna tornare indietro alle origini del Campionato Italiano Rally anni ‘60. Forse qualcuno che ha più esperienza ricorderà le prove di marcia controllata molto simili alle attuali prove a media. Questa formula rende la manifestazione molto più simile ai rally delle attuali gare di regolarità classica.

Un evento guidato da Ivo Strapazzon, coadiuvato quest’anno da Maurizio Verini, che a bordo della sua 124 Abarth ha infiammato i cuori di tante generazioni. Oltre a Maurizio Verini sarà presente anche Alessandro Bettega, figlio d’arte dell’indimenticato Attilio, nelle vesti di apripista. Al suo fianco avrà il primo navigatore del padre, Maurizio Detofoli. Al via anche la Scuderia Centro Nord, che sta preparando adeguatamente il proprio A112 di punta ed è pronta a partire per questo viaggio, dove lo spirito dei grandi piloti si mescolerà a quello della propria filosofia. Guidare sulle strade del San Martino di Castrozza in quelle condizioni di neve e ghiaccio farà fare un balzo nel passato. Sarà come entrare nella macchina del tempo immedesimandosi nelle audaci gesta dei Bettega, Vudafieri, Verini e tanti altri.

La nostra filosofia di scuderia? Ci ispiriamo ai grandi del passato – osservano alla Scuderia Centro Nord – e cerchiamo di diffondere amore per la disciplina e, proprio come abbiamo fatto noi, far capire che è possibile correre, emozionarsi con pochi mezzi economici. Del resto, anche i piloti e navigatori del passato agli esordi “rubavano” l’auto dei propri genitori per partecipare alle corse del fine settimana. Dalla loro umiltà e grande passione traiamo ispirazione nel guidare la nostra scuderia”.

La Scuderia Centro Nord si ispira alle grandi del passato e pone al centro l’individuo e l’associazionismo. Nata a Milano nel dicembre del 2018, prima come Club sportivo e poi come Scuderia AciSport ufficiale, lotta ogni anno per poter raggiungere obiettivi sempre più sfidanti. Nel 2019 ha partecipato e vinto il Trofeo Tre Regioni di regolarità turistica per auto moderne e replicato il successo anche nel 2020. Due anni da campioni per i ragazzi del club che oggi possono dire che, correndo con l’auto di tutti i giorni, hanno potuto guidare sulle strade mitiche del San Martino di Castrozza e tanti altri rally del passato. Non sono mancate le partecipazioni con le auto storiche. In particolare, l’ottimo piazzamento alla Coppa dei Fiori, nel 2019 a Sanremo, dove l’equipaggio formato da Cenna – Scalia, a bordo della loro A112, si è classificato al 7° posto assoluto in seno al CIRM (Campionato Italiano Regolarità a Media). Sempre con la loro A112 si apprestano a partecipare per la quarta volta consecutiva alla Coppa Attilio Bettega.

Info: pagina facebook @scuderiacentronord, e-mail scuderiacentronord@gmail.com, o telefono 338.8400270.