Home Velocità Pista Dopo il “boom” di Livigno, The Ice Challenge fa rotta su Pragelato

Dopo il “boom” di Livigno, The Ice Challenge fa rotta su Pragelato

51
0

A tre giorni dalla chiusura del doppio round in Valtellina, sul Ghiacciodromo di Livigno, The Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio tira le somme di un weekend inaugurale che ha regalato spettacolo e soddisfazioni oltre le aspettative. Con il record di 72 vetture partenti ed un confronto sportivo quanto mai incerto e appassionante, le classifiche post Livigno ne sono la conferma, la serie italiana neve-ghiaccio ha aperto la stagione 2021 in grande stile. L’unico vero assente è stato il pubblico, che con grande giudizio ha rispettato le disposizioni anti Covid e ha seguito le sfide trasmesse in streaming. “Non ci aspettavamo questa straordinaria risposta di concorrenti e di seguito – commentano in BMG Motor Events, gli organizzatori e promotori del campionato – ma questi risultati straordinari sono la nostra benzina, la nostra determinazione a lavorare affinché anche i due appuntamenti di Pragelato possano essere altrettanto spettacolari”.

Grazie all’impegno e alla collaborazione con la Commissione Off-Road & Cross Country Rally, la stagione 2021 godrà anche di un importante montepremi in denaro di alcune migliaia di Euro che saranno suddivise tra le varie categorie. A Pragelato i posti saranno limitati dalla conformazione della pista, più corta rispetto a Livigno, e per questo motivo BMG Motor Events ha già invitato gli interessati a formalizzare quanto prima l’iscrizione per non perdere la possibilità di continuare la sfida sul ghiaccio che, a livello prettamente sportivo, è ancora apertissima.

Dopo Livigno, tra le auto quattro ruote motrici, il vincitore del round 1 Andrea Bormolini guida con 58 punti davanti a ben tre piloti a quota 54: Corrado Pinzano, vincitore del round 2, Ivan Carmellino, vincitore del campionato 2020 e il debuttante Alberto Battistolli. Quanti di questi saranno nuovamente in pista il 24 gennaio? Chi si aggiungerà nella sfida al vertice? Anche tra le due ruote motrici i distacchi sono molto corti: Luca Fiorenti comanda con 39 punti, ma Stefano Nadalini insegue a sole tre lunghezze di distacco.

Più consistente invece la leadership di Christian Tiramani nella categoria VST che comprende sia kart-cross che side-by-side/buggy. Il pilota piacentino, che ha debuttato lo scorso anno sul K3, guida con 56 punti, seguito da Craig Breen (ph) a 42, primo tra i side-by-side. Attestato che quasi sicuramente l’irlandese non ci sarà a Pragelato il 24 gennaio per la concomitanza con il Rallye Monte-Carlo, il primo inseguitore è Raffaele Silvestri, a quota 36. Il campione in carica, Simone Firenze, segue a 31.

Infine, sarà nuovamente fuoco e fiamme anche tra le Legend Cars. Dopo l’esordio assoluto sul ghiaccio, la categoria riservata alle hot rod americane a trazione posteriore vede la leadership di Alan Simoni, a 132 punti, davanti a Michele Mottura e il genovese Maurizio Rossi, parimerito a 121. Simone Borghi, vincitore di gara due a Livigno, è quarto a 118 punti. Le classifiche complete sono disponibili su: www.icechallenge.it/concorrenti_2021/