Home Storiche La Stella Alpina è pronta a riaccendere i motori

La Stella Alpina è pronta a riaccendere i motori

70
0

Dopo più di due mesi di lockdown, l’Italia e l’Europa stanno finalmente lavorando per il ritorno alla normalità, riaprendo ristoranti, negozi, spiagge e presto anche le frontiere. Gli sport automobilistici, così come ogni altro sport, sono ancora soggetti a forti limitazioni, ma la voglia di ricominciare a “vivere” è fortissima e tutto è pronto per tornare in pista.

Per questo motivo la Scuderia Trentina e Canossa Events vogliono guardare con positività al domani, con molta attenzione alla sicurezza. Dopo attente riflessioni e anche grazie all’incoraggiamento di tanti amici hanno deciso di confermare le date della Stella Alpina, che si svolgerà quindi dal 26 al 28 giugno 2020. L’impegno sarà assoluto per creare giorni di relax e piacere sempre nel rispetto delle norme di sicurezza. L’edizione 2020 prevede anche una speciale formula non competitiva, creata per tutti quelli che desiderano godersi il fascino del percorso sulla propria Ferrari o auto d’epoca immersi nella magnificenza delle Dolomiti, senza preoccuparsi della gara. Il programma, rinnovato, prevede due notti a Madonna di Campiglio, la Perla delle Dolomiti, la partenza e l’arrivo a Trento, con un percorso che si sviluppa interamente su strade di montagna. Un viaggio che porterà i concorrenti più vicini al cielo, guidando su alcuni dei più adrenalinici passi alpini su un percorso totale di circa 500 km.

Desidero fortemente poterci vedere a Trento a fine giugno – osserva Fiorenzo Dalmeri, Presidente di Scuderia Trentina – tutti noi stiamo gestendo al meglio le cose anche in questa difficile e complicata situazione con la passione che ci ha sempre distinto per predisporre ogni aspetto della manifestazione ai massimi livelli come la Stella Alpina ha sempre meritato”. “E’ quasi certo che a fine giugno la situazione sanitaria richiederà ancora limitazioni e regole da rispettare – rileva Luigi Orlandini, Presidente di Canossa Events – ma speriamo davvero che per allora potremo tornare al volante, sulle grandiose curve delle Dolomiti. Lo faremo in sicurezza, ma con la passione di sempre.”

Ogni momento del viaggio è stato studiato per garantire ai partecipanti un’esperienza piacevole all’insegna della tranquillità, anche in questi tempi di Covid-19. Lo staff è pronto ad accogliere gli ospiti con il consueto sorriso, anche se nascosto dalla mascherina, e fornirà tutti i dispositivi di protezione necessari.