Home Velocità Kart Matteo Berruti sfida il mondo alla ROK Cup Superfinal 2023

Matteo Berruti sfida il mondo alla ROK Cup Superfinal 2023

290
0
Matteo Berruti in gara a Lonato

Il savonese affronta nel weekend la gara che vale una stagione e confronta 430 concorrenti provenienti da oltre 35 nazioni, 105 dei quali nella sua categoria

Da oggi a sabato senza soluzione di continuità. Quattrocentotrenta cartisti, provenienti da oltre 35 nazioni, si sfideranno in un fine settimana molto lungo sulla pista South Garda Karting di Lonato del Garda per la finalissima mondiale della ROK Cup. Fra loro anche il quindicenne di Plodio (SV) Matteo Berruti, che è riuscito a qualificarsi per l’importantissimo evento internazionale nonostante abbia partecipato solo a quattro delle otto gare che si sono svolte in Italia nel corso della stagione.

Alla Superfinal sono ammessi i vincitori delle categorie nazionali e i migliori di ogni classifica di ogni nazione. Sono riuscito a classificarmi per la Superfinal della ROK Cup grazie alla 22esima posizione nella categoria Junior di Rok Italia, sebbene non sia riuscito a partecipare alle prime tre gare della stagione e abbia saltato un appuntamento di fine stagione a Lonato” afferma Matteo Berruti che avrà il numero 715 sulla carena del suo kart e dovrà confrontarsi con altri 104 concorrenti iscritti alla gara bresciana. “Ci saranno i migliori piloti del mondo che corrono nella Vortex Kart. Nel paddock si sente gente parlare e socializzare in tutte le lingue. In fondo il linguaggio del kart è universale” afferma il savonese, pilota ufficiale Team HAASE Kart Factory di Carpenedolo (BS) guidata dal campione iridato 1984 John Haase, che si dovrà confrontare non solo con i piloti europei, ma anche con brasiliani (eredi di Ayrton Senna) statunitensi, neozelandesi e canadesi, solo per citare alcune bandiere che sventolano sul circuito

Non ci sarà un attimo di tregua; già a partire dalle prove libere di ieri ho visto che i distacchi sono minimi e pochi centesimi di differenza sul giro bastano a farti perdere una decina di posizioni”. La struttura della gara è organizzata con le qualifiche di oggi cui seguiranno le tre manche eliminatorie del pomeriggio. Venerdì warm up al mattino poi le eliminatorie che dureranno dalle 9.55 alle 15.35. Sabato si comincia con il warm up poi ci sono le ultime tre batterie di qualificazione. I 105 concorrenti sono stati divisi in sei gruppi e avranno tutta una serie di scontri incrociati che assegnano i punti necessari per accedere alla finale che si svilupperà su sedici giri del percorso, pari a 19,200 km di gara. “In questo modo tutti i piloti si confrontano con tutti gli altri concorrenti. È importantissimo racimolare punti in ogni manche per costruirsi un bel bottino per accedere alla finale” sottolinea Matteo che ieri ha assaggiato la pista, che conosce per averci corso più volte e lavorato sul motore, carburazione e gomme per essere al massimo dell’efficienza da stamattina, quando sarà fondamentale limare ogni centesimo. Per puntare al paradiso della finale. E magari ancora più in alto.

Notizie, comunicati e curiosità sulla attività agonistica di Matteo Berruti si possono reperire nelle pagine del sito www.matteoberruti.it e Facebook https://www.facebook.com/BerrutiM98