Home Rally CIR Junior: Matteo Ceriali manca il podio all'”Adriatico”

CIR Junior: Matteo Ceriali manca il podio all'”Adriatico”

217
0
Ceriali - Ferraris (Renault Clio Rally5) al Rally Adriatico - ph AciSport)

Il portacolori della New Racing for Genova ko per un’uscita di strada   

C’erano tutte le premesse affinché il pilota della New Racing for Genova Matteo Ceriali, affiancato da Luca Ferraris, salisse sul podio fra gli Junior al 29° Rally Adriatico, andato in scena sabato scorso. Sfortunatamente, per il pilota valsusino è arrivata la doccia fredda di un’uscita di strada alla quarta speciale, dopo essere riuscito a risalire dalla sesta alla terza posizione della classifica della categoria che mette a confronto i giovani leoni del rallismo nazionale.

Dopo il sesto tempo fra gli Junior nella prova speciale di apertura, ad appena 2” dalla zona podio, i due portacolori della New Racing for Genova chiarivano nella seconda prova speciale che nella lotta per il successo in gara c’erano anche loro stabilendo il miglior tempo fra gli Junior e il secondo fra le vetture a Due Ruote Motrici, rientrando autorevolmente fra i miglior tre della categoria. Con il secondo tempo fra gli Junior nella successiva terza prova Ceriali-Ferraris si avvicinavano ulteriormente alla seconda piazza di categoria (soli 2”2 li speravano dall’avversario appena sopra in classifica) chiudendo la prima tornata di prova 33esimi assoluti e secondi fra gli Under 25.

Un’ottima posizione di classifica, anche se fra gli Junior la differenza fra i primi sei era ridottissima, e bastava un nonnulla per salire di posizione o precipitare al di fuori del novero dei migliori” commenta il pilota di Giaveno, che proprio nella ripetizione della San Fiorano commette quell’errore che costringe ad alzare bandiera bianca. “La situazione richiedeva di andare al massimo in ogni metro della gara. Nella ripetizione della prima prova ho probabilmente interpretato male un tratto veloce, tirando al massimo la staccata al punto di uscire di traiettoria, impattare nel terrapieno tirando indietro una ruota con conseguente abbandono della gara” afferma sconsolato. “Dopo il terzo posto ottenuto a Sanremo ero molto fiducioso del risultato di questa gara. Come sempre non riesco a esprimermi al massimo nella Power Stage che apre il rally, ed è un peccato perché sono punti che se ne vanno, ma già dalla seconda prova abbiamo dimostrato di essere nel novero dei piloti che lottavano almeno per il podio” rimarca con modestia Ceriali, in realtà in lotta per il successo, che dopo tre prove accusa meno di dieci secondi dalla vetta della graduatoria.

Il Campionato Italiano Rally Junior si sta dimostrando parecchio combattuto, da una pattuglia di giovani aspiranti campioni che puntano a fare bene per arrivare ai vertici del rallismo nazionale. Anche la Renault Clio Rally5, curata da Motorsport Italia, si sta dimostrando una vettura particolarmente efficace, al punto che i migliori di noi s’inseriscono costantemente ai vertici delle Due Ruote Motrici pur avendo a disposizione una vettura sulla carta meno performante delle R2B e delle Rally4. Per poter emergere bisogna dare il 101% in ogni momento della gara e così si sale anche nella classifica assoluta, ma si rischia di incappare nell’errore, come è successo a me qui nelle Marche” conclude Matteo Ceriali, ben determinato a recuperare il terreno perduto con questo stop fin dal prossimo appuntamento, l’8-9 luglio al Rally San Marino, gara su terra e terzo appuntamento del CIR-Junior.