Home Storiche Scuderia del Grifone a pieni giri

Scuderia del Grifone a pieni giri

191
0
La A112 Abarth di Manzini - Zambianchi

Sabato prossimo, 22 maggio, i soci della Scuderia del Grifone si ritroveranno sulla pista di Chignolo Po (PV) per una sessione di allenamento loro riservata, in vista dei prossimi impegni – il 3° Campagnolo Legend, terza tappa di Campionato Italiano Regolarità a Media ACI Sport e il Trofeo Tre Regioni 2021 di Regolarità Sport – a cui il sodalizio genovese parteciperà con una ventina di auto.

Tanta l’attività agonistica della Grifone in queste ultime due settimane. Si è conclusa da poche ore la cronoscalata “Scarperia – Giogo”, prova d’apertura del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche 2021, nella quale il genovese Danilo Scarcella ha conquistato, al volante della sua Fiat 850 Coupè del 1965, il successo in classe G1 T850, replicando così l’analoga vittoria conquistata in precedenza allo Slalom dei Monti Lessini.

La Grifone ha preso parte alla 9^ “Targa Bologna”, gara di Regolarità Classica valevole quale quinta prova del “tricolore”, con sette gli equipaggi: Barbara Zazzeri e Cristiano Androvandi (R5 Alpine), Nicola Manzini e Samanta Zambianchi (A112 Abarth), Roberto Ricci e Marco Frascaroli (Alfa Romeo 33 1,3S), Alessandro Alderighi e Stefania Lopresti (Fiat 1100 – 103), Angelo Pasino e Patrizia Italiano (VW Karmann Ghia), Marco Varosio e Marianna Cagliari (Lancia Fulvia Coupè 1,3 Rallye) e Paolo Concari e Steve Dal Bo (Alfa Romeo Giulietta TI). Sui colli bolognesi, alla fine, i migliori dei “grifoncini” sono risultati Zazzeri – Androvandi, che hanno chiuso al 33° posto della classifica (con coefficienti), seguiti da Ricci – Frascaroli (36°), Alderighi – Lopresti (47°), Concari – Dal Bo (69°), Varosio – Cagliari (91°), Pasino – Italiano (99°) e Manzini – Zambianchi, giunti in 101^ posizione.

Pur penalizzati dai coefficienti, ma con i piazzamenti di Zazzeri, Ricci e Alderighi la Scuderia del Grifone ha conquistato il 4° posto nella classifica a squadre che la proietta al 6° posto nella classifica assoluta dopo la quinta tappa. Di rilievo anche il 4° posto assoluto nella classifica piloti del toscano Roberto Ricci che, per il proseguo del campionato, può fare qualche pensierino di classifica.

Poca sorte, infine, per Francesco Ramacciotti che, sul Circuito di Imola per la prima prova della Classic Speed Cup, riservata ad autovetture ante 1965 nell’ambito del Campionato Italiano Autostoriche, a poco più di metà gara ha dovuto ritirarsi per noie ai freni della sua Alfa Romeo Giulia Super Ti quando era tra i primi dieci in classifica provvisoria.