Home Storiche Scuderia del Grifone a tutto campo

Scuderia del Grifone a tutto campo

184
0
Alderighi - Lopresti (Fiat 1100)

Brillante weekend del sodalizio genovese che primeggia nel Fuoristrada 4×4 e nella Regolarità Sport ma è sfortunato in quella Classica

Francesco Messina e Massimo Cuccotti, con la loro Fiat 127 Gruppo 2, vincono 3 delle 6 prove in programma e si portano a casa la prima rievocazione del Rally Team 971, disputata nell’astigiano. Gara combattuta ed intensa dove i portacolori della Grifone sono sempre stati, dall’inizio alla fine, in zona podio.

Poche soddisfazioni invece a Biella, dove è andato in scena il “Valli Biellesi”, quarta prova del campionato italiano di regolarità classica (Cireas) e dove la sfortuna l’ha fatta da padrona per il sodalizio genovese. Dei sei equipaggi iscritti per la scuderia genovese, Gandino – Merenda su A112 Abarth, Zazzeri – Androvandi (Renault 5 Alpine), Ricci – Frascaroli (Alfa Romeo Alfa 33 1,3S), Alderighi – Lopresti (Fiat 1100 103), Pasino – Italiano (Austin Healey “Frog Eye”) e Varosio – Cagliari (Lancia Fulvia Rallye 1,3) solo tre hanno visto il traguardo finale. Non parte Gandino, dovuto rientrare improvvisamente per motivi familiari, il resto della pattuglia viene ulteriormente decimato nel primo quarto di gara con gli abbandoni di Alderighi per noie meccaniche e di Ricci fermato da un infausto controllo di documenti da parte della polizia locale (nessuna infrazione, nessun verbale, ma gara perduta). Restano a difendere i colori Grifone, Barbara Zazzeri, Angelo Pasino e Marco Varosio (purtroppo gli ultimi due nella stessa categoria, per cui i punti per la classifica scuderie sono attribuibili a solo uno dei due). La coppia piombinese con la loro fida R5 concludono al 23° posto della classifica assoluta e terzi di raggruppamento, mentre Varosio – Cagliari terminano le loro fatiche al 67° posto e Pasino – Italiano al 72°, su 105 iscritti. Un bilancio alla fine sotto le aspettative, ma la squadra è pronta a tentare di rifarsi alla prossima.

Nel fuoristrada, i Toselli, il figlio Mario pilota, e Umberto il padre navigatore, già sei volte campioni italiani trial 4×4, a Massarosa di Lucca, hanno vinto la prima tappa del Campionato italiano con il loro Suzuki Jimmy nella categoria modificate. I Toselli che puntano quest’anno non solo all’italiano ma anche al campionato europeo che si dovrebbe correre in Slovenia, Covid permettendo, non hanno lasciato spazio alcuno ai loro avversari. Di pregio anche il risultato dei giovanissimi Andrea Angela Gandino ed Enrico Torre che arrivano secondi con il loro Suzuki Samurai nella categoria standard. Andrea Gandino vince anche la classifica femminile. Giovani promesse del Trial, alla prima volta nel campionato italiano, godono dell’appoggio e delle indicazioni dei più esperti Toselli e assieme porteranno Grifone a grandi soddisfazioni anche in questa importante categoria del motorismo.