Home Storiche 1000 Miglia e motorismo storico italiano candidati a Patrimonio UNESCO

1000 Miglia e motorismo storico italiano candidati a Patrimonio UNESCO

84
0
Un momento dell'edizione 2019 (ph Nicolas Rettagliati)

Alfa Romeo partner della Corsa della Freccia Rossa anche per il 2021

L’Automobile Club Brescia, in collaborazione con Comune di Brescia e Regione Lombardia, ha intrapreso un percorso di valorizzazione della storica manifestazione della corsa 1000 Miglia con l’obiettivo di ottenere il riconoscimento UNESCO di Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

L’attuale rievocazione della epica corsa, originariamente disputata tra il 1927 e il 1957, raduna un vasto pubblico di appassionati da tutto il mondo e vede la partecipazione di centinaia di equipaggi provenienti da oltre quaranta Paesi, ben testimoniando la ricchezza dei valori sportivi, culturali e sociali che animano la Convezione UNESCO per la protezione del Patrimonio Culturale Immateriale. L’evento è stato definito in una celebre frase di Enzo Ferrari “un museo viaggiante unico al mondo” e tale immagine ben descrive il valore delle vetture d’epoca che ogni anno competono lungo il percorso, acclamate dal pubblico di appassionati di motori, ma anche dai curiosi che si avvicinano per la prima volta alla gara.

Le auto storiche che sfilano lungo le tappe sono una testimonianza dell’ingegno dell’uomo applicato alla ricerca del progresso e al continuo superamento dei limiti. Allo stesso tempo, rimandano al coraggio e alla destrezza con cui i primi piloti si cimentavano in velocità impensabili fino a quel momento. Oggi il motorismo italiano costituisce una ricchezza che trova, nella Corsa della Freccia Rossa, un’occasione per trasmettere tale patrimonio alle future generazioni e mantenerne viva la piena consapevolezza del valore.

Il processo di candidatura vuole essere l’occasione per coinvolgere tutta la comunità che è legata al mondo del motorismo storico e di cui la Freccia Rossa è ambasciatrice nel mondo: gli appassionati, gli sportivi, le Case automobilistiche, le istituzioni museali e culturali; ciascuno potrà dare il proprio supporto e contributo alla candidatura, andando a popolare la comunità che si raccoglie intorno alla 1000 Miglia e al motorismo italiano.

Alfa Romeo partner dell’edizione 2021 – Alfa Romeo supporta orgogliosamente l’edizione 2021 di 1000 Miglia, in programma dal 16 al 19 giugno prossimi, in qualità di Global Automotive Partner. Si conferma anche quest’anno lo stretto legame tra l’evento simbolo del motorismo storico italiano e la Casa del Biscione: due brand accomunati dai valori della tradizione, dalla creatività e dalla passione per l’eccellenza. La prima vittoria Alfa Romeo alla “corsa più bella del mondo” risale alla sua seconda edizione, tenutasi nel 1928. A quel trionfo ne sono seguiti altri dieci nelle competizioni agonistiche, terminate nel 1957: un record di successi assicurato da vetture sportive affidabili, performanti e leggere.

Sono tratti distintivi delle Alfa Romeo, che ritroviamo in tutta la produzione della Casa costruttrice fino alle vetture contemporanee, in particolare la nuova supercar Giulia GTA: ispirata alla leggendaria “Gran Turismo Alleggerita” del 1965, evoca un ritorno alle origini e alla pura essenza della sportività.

Il tema della 1000 Miglia 2021, “Crossing the future”, allude all’innovazione tecnologica in campo automobilistico: il passato è da rispettare e valorizzare, il futuro da immaginare. L’approccio è condiviso dal dipartimento Heritage, che offre agli alfisti di ieri e di oggi un’ampia gamma di servizi: dal certificato di origine alla certificazione di autenticità, fino alle attività di manutenzione e restauro, disponibili anche per le vetture storiche Fiat, Abarth e Lancia.