Home Rally Challenge Raceday Rally Terra in dirittura d’arrivo

Challenge Raceday Rally Terra in dirittura d’arrivo

62
0
Rachele Somaschini (RaceEmotion Photography)

Dopo la terza prova, il 12° Rally della Val d’Orcia, si avvicina la gara finale della stagione, il “Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina” ad inizio agosto

Un Rally della Val d’Orcia, impeccabilmente organizzato da Radicofani Motorsport, è stato particolarmente combattuto per i piloti del Challenge Raceday Rally Terra. La gara che si è corsa lo scorso fine settimana sulle strade bianche sulle colline senesi, ha assegnato punti importanti in vista della finale del Challenge.

Alberto Pirelli, ideatore di questo appassionante challenge, commenta: ”Non c’è due senza tre …e che tre! Rally Val d’Orcia, spettacolo le PS, spettacolo gli iscritti, spettacolo il contesto naturale e storico. Abbiamo scelto un format light, meno chilometri ma di grande qualità e molto completi. Ottimo anche l’esperimento di live streaming su sei canali in contemporanea. Per questo ringrazio Fabio Trevisani, Bandw.tv, e Epic Rally Tribe. Un grazie particolare a Radicofani Motorspot che negli anni è cresciuto ed ha superato qualsiasi aspettativa. Ci vediamo al Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina”.

Dopo tre gare, analizzando le classifiche, consultabili sul sito www.raceday.it, si possono già vedere importanti risultati e ancora battaglie in molti dei Raggruppamenti.

La classifica assoluta vede in testa Nicolò Marchioro che con il risultato di quest’ultima gara, che comunque non lo ha soddisfatto in quanto non è riuscito a trovare l’assetto ideale e il feeling giusto con la sua auto, ha messo una buona ipoteca sulla possibile vittoria di questa stagione. Secondo il veneto Simone Romagna, qui nuovamente sulla sua Ford Fiesta R5, che dopo un inizio attento nel primo giro di prove ha trovato il giusto ritmo portandosi così a ridosso di Marchioro. Anche il romagnolo Jader Vagnini ha ottenuto punti preziosi, infatti ora si trova terzo. L’umbro Francesco Fanari dopo un’ottima gara al Rally Valle del Tevere, rovinata da problemi proprio nell’ultimo tratto cronometrato, in Val d’Orcia non è riuscito a trovare il giusto assetto e ha perso posizioni in classifica assoluta, ritrovandosi dal secondo posto al quarto. Anche Tullio Versace ha disputato una bella gara raccogliendo 11 punti che lo portano così al quinto posto assoluto. Poca fortuna per Luciano Cobbe che si è capottato vanificando la bella prestazione che stava ottenendo.

Questa, invece , la situazione nei vari raggruppamenti.

Raggruppamento A (WRC+ A8) -Questo raggruppamento è di Andrea Succi e la sua spettacolare BMW M3.

Raggruppamento B (S2000+R4+R5) – Ritroviamo in testa in questo affollato Raggruppamento, Nicolò Marchioro che in questa scorsa gara ha giocato la sua Power Stage (che moltiplicava il suo risultato per il coefficiente 1,3). A tallonarlo sempre Simone Romagna e terzo Francesco Fanari, seguito dagli scatenati Jader Vagnini e Tullio Versace. Poca fortuna per Andrea Maselli che con il ritiro ha vanificato il punteggio della Power Stage che si era giocato in questa gara.

Raggruppamento C (N4+Prod S4+N5) – In testa il romano Emanuele Silvestri (che al Valli del Tevere aveva fatto un gesto decisamente bello cercando una turbina per il suo diretto rivale Darko Peljhan) che purtroppo si è ritirato in Val d’Orcia. Entrambi avevano giocato la Power Stage, per cui Silvestri si trova in netto vantaggio.

Raggruppamento D (A7+S1600+R3C+R3T) – In testa il trentino Maurizio Pioner, che qui ha giocato la Power Stage che gli ha permesso di mantenere la testa del Raggruppamento e di distanziare Nicolaj Ciofolo, anche se manca ancora una gara e Ciofolo deve giocarsi la Power Stage.Segue il giovane Jacopo Trevisani anche lui ha gioato la Power Stage, per cui nonostante questo sia il suo unico risultato utile è riuscito a rimontare.

Raggruppamento E (N3) – Conduce un costante Davide Bartolini anche lui qui ha giocato la Power Stage che gli permette di distanziare Iacopo Lucarelli e Giuliano Ruoso, che comunque devono ancora giocarsi la Power Stage.

Raggruppamento F (A6+R2B) – Sorpasso di Luigi Caneschi sul giovane trentino Roberto Daprà che qui si è ritirato.

Raggruppamento G (N2) – Conduce attualmente Alessandro La Ferla con soli sette punti su Leonardo Pierulivo (che conduce la classifica Under 23 seguito a 12 punti da Roberto Daprà)). Entrambi hanno giocato già la Power Stage per cui l’ultima gara sarà determinante.

Raggruppamento H (A0+A5) – In questo Raggruppamento è iscritto solo un equipaggio, Michael Savio che però a zero punti.

Raggruppamento I (N1+N0) – Conduce prepotentemente Armando Betta che ha più di 23 punti su Gianni Bardin. Nell’ultima gara Bardin potrebbe giocare la Power Stage e accorciare le distanze.

Nella classifica Under 28 conduce la sempre esuberante Rachele Somaschini (prima anche della classifica femminile). Che distacca di soli sei punti Andrea Cazzaro e di 15 punti Jacopo Trevisani. Anche in questo caso sarà determinante la gara finale. In merito al Peugeot Competition Raceday si può consultare il sito www.peugeotcompetition.it

Adesso ci si prepara all’ultimo importante appuntamento del Challenge Raceday Rally Terra una gara che ha fatto la storia del Challenge, il Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina che si correrà verso inizio agosto. Come sempre rilevante l’appoggio di Pirelli, OMP, Azimut e il sempre importante sostegno del Peugeot Competition Raceday.