Home Anche di altro A Casella i rally si corrono in pista

A Casella i rally si corrono in pista

273
0
Foto di Fabio Morello

Grazie ad un’idea del genovese Enrico Costa, dal 2017 è attivo un impianto per modelli radiocomandati

A Casella, ridente cittadina nell’hinterland genovese, i rally da alcuni anni si fanno su pista e con vetture radiocomandate. L’idea di dar vita a questa attività è venuta nel 2017 a Enrico Costa, genovese di 39 anni, metà dei quali dedicati al modellismo. “Mi ero trasferito con la mia famiglia da circa un anno a Casella – racconta – ed un giorno, per caso, scoprii un campo da tennis abbandonato: mi venne subito l’idea di provare a costruire una pista per mezzi radiocomandati. Il sito era di proprietà della Chiesa: non è stato difficile, a fronte di una robusta pulizia e manutenzione, accordarsi col Parroco, Don Stefano Calissano, per poter dar vita all’attività modellistica”.

Nasce così l’impianto ora denominato Rc Casella. “Inizialmente – prosegue Costa – non è stato facile avvicinare altri piloti perché la pista era un po’ fatiscente. Piano piano, però, gli appassionati hanno iniziato ad avvicinarsi e nel 2017 siamo riusciti ad organizzare il nostro primo evento, a scopo benefico con raccolta fondi per le vittime dell’incendio che aveva interessato Casella. Da lì, in pratica, ha preso avvio la nostra attività, che offriva l’opportunità di correre in un circuito da rally: abbiamo fatto gare con pista bagnata, ghiacciata e con temperature di meno 7 gradi”.

Negli anni a seguire, l’impianto ha iniziato a funzionare con regolarità. “Mano a mano – osserva ancora Costa – crescevamo come gruppo e crescevano, di conseguenza, i miglioramenti alla pista. Abbiamo iniziamo ad organizzare veri e propri campionati di rally, dove sono riuscito a dimostrare la mia abilità di pilota aggiudicandomi 35 gare e vincendo per ben 3 volte il nostro campionato, che nel frattempo era diventato regionale in quanto venivano a correre presso Rc Casella anche praticanti da fuori Genova. La crescita dell’attività mi ha dato modo di attirare l’attenzione degli sponsor: ora ci supporta LRP, il marchio dell’arca di automodello che utilizzo, e sono anche entrato a fare parte del reparto corse di lRP. Da allora stiamo svolgendo anche il primo campionato ufficiale “lRP rally game”, challenge in cui, attualmente, sono al comando oltre che campione in carica”.