Home Rally “Pieno di adesioni al 32° Rallye Elba Storico: tanti i liguri in...

“Pieno di adesioni al 32° Rallye Elba Storico: tanti i liguri in lizza

152
0
I vincitori del 2019 Salvini - Tagliaferri (ph Amicorally)

Grande soddisfazione all’Aci Livorno Sport per l’elenco iscritti del XXXII Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy. Previsto da giovedì a sabato prossimi, con partenza ed arrivo riconfermati a Capoiliveri, e valido quale seconda prova del Campionato Italiano Rally Autostoriche (CIRAS), l’evento conta ben 131 iscritti in totale, ai quali si vanno ad aggiungere le 14 adesioni del Raduno Porsche al seguito della corsa, riproposto dopo l’emozionante edizione dell’anno scorso. Il fatto di essere il secondo dei tre rallies che caratterizzeranno la corsa “tricolore” ha catalizzato forte interesse dei rallisti “storici” italiani e sicuramente anche le competizioni di “regolarità sport” e di “regolarità media” valida per il “tricolore” (il “Graffiti”), oltre al Trofeo A112 Abarth, al “Memory Fornaca” ed alla Michelin Historic Rally Cup, hanno contribuito al formare un altro elenco iscritti d’effetto. Nel dettaglio, sono 73, le vetture partecipanti al rally, 12 sono le A112 del Trofeo omonimo (che vivrà su due gare distinte, ogni tappa sarà dunque un rally a se stante), 20 sono gli iscritti al “Graffiti” di Regolarità a media (prima prova delle quattro del Campionato Italiano), e 25 per la “regolarità sport”. ll Rallye Elba Storico ha richiamato ben 16 adesioni di concorrenti stranieri. Nove le nazioni rappresentate: Albania, Antigua e Barbuda, Austria, Germania, Gran Bretagna, Repubblica di San Marino, Russia, Sri Lanka e Svizzera.

Il “tricolore” – Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche 2020 si è avviato lo scorso luglio al 10° Historic Rally delle Vallate Aretine, con il successo di “Lucky” e Fabrizia Pons sulla Lancia Delta HF Integrale Gruppo A, primi del 4°Raggruppamento. La gara aretina è stata avvincente, bella e combattuta fino alla fine, adesso arriva la trasferta elbana, come sempre una di quelle che “guardano in faccia” piloti e macchine. E proprio sull’isola “Lucky” proverà un nuovo attacco, una nuova vittoria, certametne dovendo duellare con diversi grandi interpreti delle gare storiche da rally. Pensa in grande anche l’eclettico siciliano Salvatore Riolo, già vincitore sull’isola, che torna in gara con la Subaru Legacy, e sicuramente un risultato d’effetto lo vuole anche il sammarinese Marco Bianchini insieme, con Giulia Paganoni sulla Lancia 037 Gruppo B del 4° Raggruppamento. E ad un risultato d’effetto, per esempio, ci pensa anche il senese Alberto Salvini, che torna con Tagliaferri alle note, con la voglia di fare la voce grossa, magari di fare il bis dopo l’alloro del 2019, volendo anche tenere ben salda la leadership del 2° Raggruppamento, con la sua Porsche Carrera RS di Gruppo 4.

Obiettivo conferma anche per Angelo Lombardo. Il driver siciliano di Cefalù, insieme ad Hars Ratnayake con la 911 SC del team Guagliardo, con un sesto posto assoluto ad Arezzo comanda il 3°Raggruppamento e conta sulle strade elbane per allungare in classifica. Chi invece vuole riscatto dopo il debutto dolceamaro al “Vallate Aretine” è il valtellinese Lucio Da Zanche, insieme a Daniele De Luis, su una Porsche 911 SCRS Gruppo B, ancora 4°Raggruppamento. All’Elba pensa di rifarsi anche il veneto Matteo Luise, costretto a cedere il passo agli avversari ad Arezzo per la rottura dell’idroguida nella prima fase della gara e infine fermato per la rottura del semiasse della sua Fiat Ritmo 130, dopo quattro prove. Attenzione anche a Luca Ambrosoli, su Porsche 911 SC, attualmente secondo del 3° Raggruppamento, poi al senese Valter Pierangioli con la Ford Sierra Cosworth, e certamente un occhio di riguardo anche ai locali, i sempre competitivi Andrea Volpi e Francesco Bettini, il primo di nuovo con la Lancia Delta Integrale che lo scorso anno lo portò al terzo posto assoluto mentre l’altro debutterà con una non facile Porsche 911.

Tra i “nomi” attesi anche “zippo”, al secolo Andrea Zivian, con la sempre affascinante Audi Quattro ed anche il savonese Gabriele Noberasco, con Giacomo Ciucci ed una BMW M3. Per i colori liguri saranno in lizza, oltre a Noberasco, anche i sanremesi Maurizio Pagella – Roberto Brea (Porsche 911 Rs) ed i savonesi (di Millesimo) Valtero Gandolfo – Enrico Bogliaccino (Fiat 127 Sport). Per quanto riguarda il 1° Raggruppamento saranno in gara tutti gli occupanti del podio provvisorio: il torinese Antonio Parisi, affiancato dal fido Giuseppe D’Angelo a bordo della Porsche 911 S si presenta al via da leader, vedendosi opposto al secondo, Valter Canzian (Ford Escort TC), ed al terzo, Cesare Bianco e la sua Lotus Elan.

Il “Graffiti” – Per gli appassionati di statistiche e di curiosità, nella gara “Graffiti” di regolarità a media, sarà al via anche un “nome” d’effetto: Maurizio Verini, già vincitore del Rallye Elba nel 1974 con la Fiat 124 Abarth e ben due volte secondo nel 1977 e 1978 con una Fiat 131 Abarth. In questa occasione sarà in gara con il genovese Alberto Bonamini e con una Fiat 128 Sport iscritta dalla Scuderia del Grifone. Sono 10, in tolale, gli equipaggi in lizza nell'”Elba Graffiti” del neonato sodalizio genovese: oltre a Verini – Bonamini ci saranno anche Gandino – Scarcella (Fiat Ritmo Abarth 130 Tc), Giugni – Marcattilj (Renault Alpine A110), Marco e Riccardo Leva (Alfa Romeo Giulia Gt), Pretti – Sparti (Renault 5 Alpine), Manzini – Ricci (Lancia Beta Coupé 2000) Dell’Acqua – Vicari (Autobianchi A112 Abarth), Gandolfo – Pietropaolo (Innocenti Mini Cooper Export ), Verdona – Coscia (Autobianchi A112 Abarth) e Bonnet – Solomatina (Lotus Elan).

La “Regolarità sport” – Tra i 25 equipaggi iscritti, 4 sono della Scuderia del Grifone. Tra questi, riflettori puntati su Marco Varosio e Marianna Cagliari (Lancia Beta Montecarlo), chiamati a confermare l’ottima prestazione ottenuta al recente Città di Torino, ed anche sul Presidente dei “grifoncini” Giovanni Chiesa, che sarà in gara con Giuseppe Fasciolo e con un’Alfa Romeo Giulia Ti 1.6. Degna di nota anche la partecipazione dei genovesi Gino Fumagalli e Cristiano Centenari, con la loro bella Fiat 124 Abarth, e di Barbara Zazzeri – Cristiano Androvandi (Autobianchi A112 Elegant).

Il “Trofeo A112” – Presente in calendario fin dalla seconda edizione del 2011, il Rally Elba si giocherà anche quest’anno su “gara 1 e gara 2” con due classifiche separate per ciascuna tappa e di conseguenza, doppi punteggi. Dopo il successo al Vallate Aretine, Orazio Droandi e Fabio Matini cercheranno d’incrementare il vantaggio acquisito difendendosi dagli attacchi di Massimiliano Fognani e Francesco Sammicheli e da quelli di Giacomo Domenighini e Vincenzo Torricelli, che seguono in classifica. Presenti anche Marcogino Dall’Avo e Manuel Piras alla ricerca di quel podio che si avvicina sempre più, e nella sfida per i punti pesanti s’inserisce anche Ivo Droandi, stavolta affiancato da Carlo Fornasiero. Rallye Elba decisivo per Stefano Bartoloni e Giorgio Alberto Leporati che devono recuperare dopo la battuta d’arresto ad Arezzo. Tornano all’Elba anche Andrea Quercioli e Giorgio Severino mentre inizia la nuova stagione di Francesco Mearini sempre affiancato da Massimo Acciai. A tener alto l’onore dei piloti veneti, ci penseranno Giuseppe Cazziolato con Giancarlo Nolfi e Marco Gentile e Jenny Maddalozzo. Pronti a lanciarsi nella sfida anche Giampaolo Cresci con Andrea Castellani, Andrea Ballerini e Piero Ibba ed infine, l’equipaggio formato da Enrico Zuccarini e Manjola Hystuna al debutto assoluto nel Trofeo A112 Abarth Yokohama.