Home Rally Rally: “Golfo dei Poeti” no, “Lanterna”… ni

Rally: “Golfo dei Poeti” no, “Lanterna”… ni

129
0

La Lanternarally è costretta, con amarezza, a rinviare di un anno la quattordicesima edizione del Rally Golfo dei Poeti. La gara spezzina, organizzata in collaborazione con la BB Competition, avrebbe dovuto svolgersi nel weekend del 27-28 giugno, ma la situazione attuale purtroppo non permette di avere le certezze per poter far partire a tutti gli effetti la macchina organizzativa.


“In 24 anni non ci era mai capitato di dover annullare una gara – osservano dal quartier generale della Lanternarally – ma in questa situazione non possiamo fare altro che prendere questa difficile decisione. Tutto sarebbe pronto per potere correre a Brugnato e dintorni, ma non sappiamo ancora se l’apertura dei confini regionali sarà confermata e soprattutto non sappiamo cosa potrà accadere nelle prossime settimane a livello nazionale. Inoltre mancano ancora delle linee guida per lo svolgimento delle competizioni su strada, che ad oggi non si sa se e quando saranno autorizzate. Il tempo tra un’eventuale comunicazione ed il weekend di gara sarebbe troppo breve e ci troviamo costretti a fermarci per il bene della manifestazione, che potrà così tornare nel 2021”.


Le attenzioni della Lanternarally si spostano tutte sul prossimo 36° Rally della Lanterna – 4° Rally Val d’Aveto, in programma a Santo Stefano d’Aveto il 5 e 6 settembre. “Su questa gara – osservano ancora gli organizzatori – siamo sicuramente più ottimisti e speriamo di poter ricevere a breve le linee guida dal Governo e da Aci Sport, in modo da poterci preparare al meglio insieme agli amici del Gruppo Sportivo Allegrezze ed agli enti locali che da sempre ci affiancano e ci supportano. Confidiamo in un protocollo scritto con intelligenza e che tenga conto degli ampi spazi aperti che contraddistinguono un rally. Siamo sicuri che il settore possa ripartire in sicurezza, certi della responsabilità e del senso civico dei nostri equipaggi, del nostro pubblico e di tutti gli addetti ai lavori”.