Home Slalom BB Competition: buone sensazioni dallo slalom di Favale di Malvaro

BB Competition: buone sensazioni dallo slalom di Favale di Malvaro

41
0
La Fiat 500 Sporting di Pietro Bancalari

Il sodalizio spezzino impegnato anche nel Rally Coppa Città di Lucca

Un impegno a tutto tondo, tra rally e slalom, archiviato in modo soddisfacente. BB Competition ha confermato la propria visione del motorsport, rendendosi partecipe di un doppio impegno espresso sull’asfalto dello slalom Favale – Castello, nelle tre manche proposte in provincia di Genova, e sulle strade della Coppa Città di Lucca.

Slalom “Favale – Castello” – Buone sensazioni dalla gara valida per il “tricolore” di specialità, dove la scuderia spezzina è stata rappresentata da tre piloti portacolori. Terzo gradino del podio di classe 2000 e quinta piazza di Gruppo per Stefano Iani, impossibilitato nel correre la terza manche a causa di problemi meccanici che hanno interessato la sua Honda Civic. Un parco vetture assistito tecnicamente da BB Competition che ha visto altri due esemplari salire sul podio di classe: la Peugeot 205 Rallye portata in gara da Raffaele Corniglia e la Fiat 500 Sporting di Pietro Bancalari. Prima posizione di S4 e la seconda di Gruppo Speciale per Raffaele Corniglia, tornato alle competizioni dopo tre anni di stop e primato tra le vetture di S3 per Pietro Bancalari, limitato per l’intera gara da problemi elettrici ma quinto nel Gruppo Speciale: questi i risultati conquistati dai due alfieri del sodalizio della Spezia.

Rally Coppa Città di Lucca – Una nuova occasione per godere delle caratteristiche della Skoda Fabia R5, condivisa con Nicola Angilletta nel ruolo di copilota, cercando di maturare ulteriore conoscenza della vettura messa a disposizione dal team Miele Racing: così si è presentata a Giuseppe Iacomini la Coppa Città di Lucca, appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona. A condizionare la prestazione del pilota spezzino è stata una errata scelta di gomme messa in atto prima di avviarsi verso il giro inaugurale di speciali, con le condizioni atmosferiche che sono rapidamente mutate allo “start”. Condizioni che hanno interessato metà gara e che hanno costretto Iacomini ad una condotta difensiva ma concretizza all’arrivo ambientato davanti lo Stadio Porta Elisa di Lucca.