Home Rally Fine settimana giallo-azzurro Michelin fra San Marino, Valtellina e Val d’Aveto

Fine settimana giallo-azzurro Michelin fra San Marino, Valtellina e Val d’Aveto

105
0
Arzà - Moriconi (FotoMagnano)

Tre gare a calendario, altrettante vittorie per i piloti del Bibendum

Sono trascorsi appena cinque giorni e l’eco del grande successo dei piloti calzati Michelin nello scorso fine settimana non si è ancora aspetto. Mentre i piloti del Bibendum hanno iniziato a percorrere le prove speciali del Rally 2Valli Tricolore è doveroso fare un passo indietro per rivivere l’emozione di quel triplo podio Michelin, in cui i suoi ambasciatori sulle prove speciali hanno occupato il gradino più alto.

Gara tutta d’attacco per l’equipaggio finlandese Mikko Heikkila-Kristian Temonen nella terra del Titano. Che si impongono al 52° Rally di San Marino con un’autorevolezza resa evidente dai numeri. L’equipaggio della Toyota Yaris GR resta al comando per quasi tutta la gara, cedendolo solo per un attimo sulla seconda prova speciale, quando scendono al secondo posto con uno scarto minimo di soli 2/10 dalla vetta, andando a vincere quattro delle nove speciali, salendo sul podio finale con un vantaggio di 16”4 sul più vicino inseguitore. Con questo successo Heikkila si rilancia prepotentemente per il successo finale del Campionato Italiano Rally Terra, dove attualmente occupa la seconda posizione a tre punti dalla vetta, grazie al doppio successo di Foligno e San Marino.

Luca Rossetti incontenibile sulle strade di casa. Da anni residente in Valtellina, Luca Rossetti, friulano di nascita, è particolarmente affezionato alla gara lombarda che ha vinto cinque volte in sette partecipazioni. Anche in questa edizione il dominio di Rossetti, che tornava su queste strade dopo cinque anni, affiancato per la prima volta da Debora Fancoli (alla prima vittoria assoluta) è stato perentorio, avendo l’equipaggio di Bluthunder Racing Italy condotto la classifica dalla prima all’ultima prova, vincendo sei prove speciali, partendo all’attacco nella prima tappa; loro risulta infatti il miglior tempo nelle prime quattro prove chiudendo così la prima giornata con un vantaggio di 13”9 sugli avversari. Nella seconda tappa Rossetti-Fancoli si sono limitati a controllare, attentamente, la situazione, vincendo la prima e l’ultima speciale di domenica, sino a salire sul palco arrivi con 18”5 sul secondo per poter così alzare le coppe al cielo.

Claudio Arzà imprendibile in Val d’Aveto. Gara dai contorni netti quella dello spezzino Claudio Arzà, affiancato da Massimo Moriconi, che a Santo Stefano d’Aveto (GE) ha voluto imitare Heikkila e Rossetti, o semplicemente essere sé stesso, visto che la gara ligure l’aveva già vinta lo scorso anno. Il pilota della Skoda è stato pari al finlandese e al friulano ormai valtellinese, imponendosi in sei delle otto prove speciali, prendendo il comando perentoriamente già alla seconda speciale per mantenerlo sino al gradino più alto del podio, nonostante le condizioni meteorologiche inclementi, concedendo agli avversari solo l’ultima prova, cortissima e per appena 8/10. Sul palco di Santo Stefano d’Aveto Arzà ha voluto riconoscere i meriti di chi lo ha aiutato ad arrivare al successo: “Ringrazio gli sponsor, la famiglia, il team Erreffe e Autosole 2.0 e Michelin, grazie a queste coperture riusciamo a fare la differenza anche in condizioni come quelle che ha proposto questa gara”. Un vero signore.