Home Storiche La “missione compiuta” di Marco Gandino

La “missione compiuta” di Marco Gandino

263
0
La Fiat Ritmo 130 TC di Gandino - Merenda

Nel 2021 ricco di soddisfazioni della Scuderia del Grifone una parte di primi piano l’ha di certo giocata il genovese Marco Gandino, che si è aggiudicato il titolo assoluto in seno al CIRM (Campionato Italiano Regolarità a Media) partecipando a tutte le gare della serie e conseguendo tre vittorie assolute, un secondo ed un terzo posto oltre alla qualificazione alla finale europea FIA Regularity Rally in Polonia. Anche la Scuderia del Grifone si è laureata Campione d’Italia CIRM 2021. Marco Gandino ha partecipato, inoltre, anche ad alcune gare del CIREAS (Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche) permettendo alla Grifone, con i suoi risultati, di conquistare il terzo posto nella classifica finale riservata alle Scuderie.

Una stagione molto impegnativa ma appagante…

Il mio obiettivo sportivo per il 2021 era chiaro nella mia mente – rileva Marco Gandino – conquistare quel titolo assoluto che mi era sfuggito nel 2019 per un solo punto. E così ho preparato la stagione in funzione di questo obiettivo, anche se alla prima gara per problemi meccanici non sono andato a punti. Un ‘inizio in salita. Ma poi un importante serie di podi, con tre primi posti, un secondo e un terzo mi hanno permesso di vincere il titolo di Campione assoluto CIRM 2021. Una stagione, quella appena conclusa,  dove il livello competitivo si è notevolmente innalzato e non solo per il numero degli equipaggi che hanno partecipato al Campionato italiano, ben 66, ma soprattutto per l’aumento delle prestazioni individuali. Poco meno della metà delle gare di campionato sono state decise nell’ultima prova speciale con dei veri e propri testa a testa tra tre-quattro equipaggi. Così come il Campionato che sino a due gare dal termine aveva ancora quattro equipaggi matematicamente in corsa per il titolo, assegnato poi all’ultima gara con una lotta ridotta a due soli equipaggi“.

C’è un segreto dietro a questo successo?

I segreti per vincere un campionato sono molteplici. Per me è stato fondamentale il prezioso supporto e il feeling che si è creato, oltre alle sue capacità,  con il mio navigatore, Carlo Merenda con il quale ho condiviso la stagione 2021. Così come  importanti sono sia la preparazione delle singole gare, sia l’allestimento e l’efficienza della vettura. Anche poter contare su una valida assistenza sui campi di gara è altro elemento altrettanto importante: a questo proposito voglio ringraziare i ragazzi e Mauro Ambrogi di University Motors“.

Cosa bolle in pentola per il prossimo anno?

I miei obiettivi per il 2022 – conclude Marco Gandino – prevedono la partecipazione al prossimo Rally Montecarlo Storico al quale prenderò parte con la mia Saab 96 V4 del 1971 e dove, per l’occasione, condividerò l’abitacolo, per la quinta volta, con Danilo Scarcella. Correremo con i colori della Scuderia del Grifone che schiererà ben 18 equipaggi. Poi il Campionato Italiano CIRM e il Campionato Europeo FIA Regularity Rally che ci porterà spesso a gareggiare all’estero. Un altro anno che condividerò nuovamente con Carlo Merenda, con il quale si è creato un forte sodalizio“.