Home Velocità Kart Il Zena Kart si veste di nuovo di “tricolore”

Il Zena Kart si veste di nuovo di “tricolore”

334
0

Nel 2021 ha vinto due titoli nel Campionato Italiano Briggs Kart Championship

Ancora una conferma per il Zena Kart, unica scuderia genovese della specialità, che nel 2021 ha brillantemente frequentato il Campionato Italiano Briggs Kart Championship.

Due i titoli che si è aggiudicato il sodalizio genovese: la vittoria nella classifica Team e quella, decisamente strepitosa, nella graduatoria Senior con il giovane pilota Diego Colella: 17 anni, di Genova Pedemonte, studente all’ Istituto Tecnico industriale G. Galilei, si è portato a casa il suo secondo “tricolore”, in quanto vinse già un titolo nel 2019, a soli 15 anni, nella categoria Junior (11-15 anni).

Molti sono stati anche i podi conquistati quest’anno dal Zena Kart. “Nel 2021 – sottolinea Massimiliano Bettinelli, presidente del sodalizio – siamo riusciti a vincere almeno una gara in tutte e quattro le categorie, cosa che non siamo mai stati capaci negli anni precedenti. E’ stato un bel traguardo anche l’aver portato ben 12 piloti, su 22 iscritti alla scuderia, nella top ten di tutte le categorie: 16 primi posti, 14 secondi e 19 terzi. Chiudiamo la classifica con 1221 punti fatti contro i 1148 dei nostri maggiori antagonisti”.

Oltre a Diego Colella, gli altri piloti nella top ten sono: Lorenzo Casarini, 16 anni appena compiuti, bresciano, vice campione nazionale nella categoria Junior; Wesley Bettinelli, 17 anni della Vallescrivia, studente al Liceo Gobetti, terzo nella categoria Senior; Michele Ottini, 4° nella categoria Master; Marco Difino, 4° nella categoria Mini; Rodolfo Cambiaso, 5° nella categoria Junior; Adrian Speroni, 7° nella categoria Mini; Riccardo Baldon, 8° nella categoria Senior; Alessio Zacchi, 8° nella categoria Junior; Simone Grasso, 9° nella categoria Junior; Mauro Nicola, 9° nella categoria Senior; Lorenzo Vailati, 10° nella categoria Master.

Forte dei risultati conseguiti nella stagione che va a terminare, lo Zena Kart guarda con ottimismo al 2022. “L’obbiettivo è… vincere di nuovo – aggiunge Massimiliano Bettinelli – ovviamente ogni anno si deve lavorare sempre più duramente, la concorrenza è a livelli altissimi, almeno 5 o 6 team hanno tutte le carte in regola per vincere. Ma la vera sfida è il progetto Mini, vogliamo portare in pista più bambini, dai 9 agli 11 anni, vogliamo far crescere i giovani piloti nel rispetto delle regole: la parola d’ordine è fairplay. Il settore Mini sarà gestito da un ottimo pilota, Enrico Ferdusi di Vercelli. Siamo pronti a mettere 4 nuovi piloti in pista, dopo aver effettuato un’accurata selezione”.

Tra tanta euforia e tanti buoni propositi, una nota stonata. ”Il nostro maggior cruccio – conclude Bettinelli – è che per sostenere gli allenamenti dobbiamo fare oltre 250 km in quanto la pista più vicina è a Nizza Monferrato, in provincia di Asti“.